Canzone, sogno, destino

È il dolore che ulula come un passo in un bosco.
Solitudine della notte. Solitudine dell’anima.
Il grido, l’urlo. Il trapasso.

Che ricorda l’attraversare le carni.

Il declino, il crollo.
La belva che intimorisce i canti e le lacrime.
Solo l’ombra sterile aperta dalle mie urla.
E la parete del cielo tesa contro il silenzio.

E’ il mostro, il ferro tagliente.

Sei. Tu sei ancora. Qualcuno era. E lo si cerca ancora.
Labbra di bacio, frutta di sogno, tutto.
E non si puo’ pensare sia nascita.

Perche’ altrimenti sarebbe vita.

Rimane luminaria di luna sui campi deserti.

(E.)

Published in: on settembre 14, 2007 at 9:29 am  Comments (3)  

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2007/09/14/canzone-sogno-destino/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. e’ dedicata ad una persona, di nome Cecilia.
    Scritta per questo post:
    http://rapida.wordpress.com/milano-lalba-e-il-tramonto/
    merci Cecilia.

  2. Grazie, E.
    Fossimo insieme ci berremmo un caffè.

  3. Certo, un caffe’: il prossimo lo dedico a te.
    (grazie a te)


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: