A casa

Due passi e sono da lei.

Il suo treno ha oltre un’ora e mezza di ritardo, la aspetto sulla banchina.

Sento l’annuncio, sempre incomprensibili gli annunci.

È il suo treno.

La gente scende dai predellini, volti diversi, stanchi, sorridenti, volti di gente che è arrivata a destinazione.

Il cielo è limpido, il tunnel della stazione lo copre, perfido, nascondendo alla vista il sole lì fuori.

Sembra una giornata grigia qui dentro.

Rumori assordanti, uomini e donne che mi evitano per andare oltre, mentre cerco il suo volto.

Scruto avanti ancora, cerco due occhi cari, due ciocche di capelli che conosco.

Ed eccola lì col suo zaino in spalla, col sorriso di sempre, con un elastico a raccogliere i capelli e un paio di fanali aperti verso di me.

Le corro incontro, le prendo una borsa, camminiamo, non ci pare vero.

Ha una maglietta a maniche corte, io una giacca pesante, come se i 20 gradi avessero sorpreso noi due in modo diverso.

Ma siamo noi due, un’altra volta dopo trent’anni con lo stesso sorriso e la stessa voglia di passare mezz’ora insieme, prima che prenda l’autobus per andare all’aereo che l’aspetta per riportarla a Valencia.

Un caffè e un paio di chiacchiere, naturalmente vere.

Risate, società, politica e vita comune, progetti, futuro prossimo e voglia di andare avanti.

Ognuna nella sua vita, lontane ma vicine come sempre.

La lascio all’autobus, la saluto mentre nel suo sorriso stringe gli occhi attraverso il vetro.

Torniamo alle nostre giornate, lei stasera sarà a casa, io ci torno fra poco, guardo il cielo, lei dice che Milano non è poi tanto male, anzi ne ha rispetto. Io la immagino a Valencia nella sua casa, con i suoi oggetti intorno, magari con la fisa a rilassarsi o con il libro che ha comprato sdraiata a piedi nudi sul letto mentre sopra di lei il cielo non è lo stesso che guardo io.

Bentornata a casa, C.

(E.)

Published in: on ottobre 14, 2007 at 3:56 pm  Comments (10)  

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2007/10/14/a-casa/trackback/

RSS feed for comments on this post.

10 commentiLascia un commento

  1. Che carine che siete…

  2. Grazie, ci si vuol bene e si crede ogni volta che sia un miracolo vedersi.

  3. Sono stato a valencia in luglio.. a mangiare bocadillos, bere horchata e passeggiare nelle strette vie del centro..! Molto bella..! Un beso a MI ed un salutone affettuoso a VA..!! sai mai..?!!?

  4. ehehe tu pensa a fare qualche chilometro per incontrarsi, Alex!
    Viste le probabilita’ e’ piu’ facile tu incontri C. vero? Il solito nomade!

  5. Sono commossa. Strizzo gli occhi e il cuore. Una goccia del mio tenero affetto, la deposito qui, per te.
    C. da VA

    Mi ha fatto ridere molto la storia dei 20 gradi…ahahah

  6. Offender, te lo metto in bianco e nero: si, siamo carine in tutti i sensi!

    Miaoooooooo

  7. Un bacio anche a Alex,…sai mai!

  8. E a colori come siete?🙂

  9. I colori ci rendono giustizia, ma il bianco e il nero fanno esaltare i nostri incarnati. Diversi peraltro.
    Il rosso e’ un colore che dona a tutte e due, o sbaglio?

    Figuratamente abbiamo invece tanti colori, alcuni ci contraddistinguono di piu’.
    Per quanto mi riguarda pero’il fascino dei non-colori e’ inimitabile.

  10. molto bello


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: