Are you Monroe or Hepburn?

Sin da quando sono piccola, subisco il fascino attivo e retroattivo di Audrey Hepburn.

Una donna che ha influenzato, senza essersene preoccupata minimamente, il mio gusto, le mie preferenze, il mio modo di essere e di vestire.

Ho sempre pensato che una donna che porti con disinvoltura i capelli corti sia piu’ donna delle altre, ho sempre creduto che chi e’ minuto ha in se’ una grazia innata, o anche che la stravaganza silenziosa e’ sempre stata la migliore arma di affermazione e diversificazione.

Quando ho pensato di scrivere un post su di lei, ho pensato a tutte le cose romantiche che porta con se’ e volevo regalare quindi tutti i sogni di bambina e di donna connessi a quel volto e a quella persona.

Avrei pero’ rischiato di diventare melensa e, siccome so che anche C. l’adora e, giuro, non l’abbiamo saputo per anni e siamo rimaste amiche lo stesso!, preferisco sfiorare l’argomento con piccoli tratti e soprattutto riproporre la dicotomia degli anni ’60. Siete piu’ Audrey o Marilyn? O preferite piu’ l’una o l’altra?

Le mie motivazioni per scegliere la prima sono tante. Addirittura le mie due canzoni sono legate a lei, le canzoni che hanno accompagnato tutta la mia vita sino a questo momento. Per non parlare di piccoli grandi dettagli che fanno ormai  parte di me e che derivano dal suo personaggio, dalla sua persona o da tutte e due le cose.

Adoro fischiare, mi piacciono gli occhiali grandi e i capelli corti, la mia storia e’ sufficientemente incasinata, quando sono triste canto e canto quella canzone.

Ho visto quel film una ventina di volte e tutte le volte ci torno quando sono da sola, con la voglia di un po’ di casa, quando fuori piove e il mondo sembra dirti che puo’ aspettarti.

E allora mi aspettasse! Mi immergo nel conforto delle strade di note, nell’acqua che scorre senza far rumore.

E, immancabilmente, arriva il calore. Piano piano. Come una coperta leggera.

Per tutti questi e tanti altri motivi scelgo Audrey, moon river e la vie en rose.

(E.)  

per ascoltare e vedere:  

Published in: on ottobre 17, 2007 at 9:59 am  Comments (24)  

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2007/10/17/are-you-monroe-or-hepburn/trackback/

RSS feed for comments on this post.

24 commentiLascia un commento

  1. Moon River, wider than a mile,
    I’m crossing you in style some day.
    Oh, dream maker, you heart breaker,
    wherever you’re going I’m going your way.
    Two drifters off to see the world.
    There’s such a lot of world to see.
    We’re after the same rainbow’s end–
    waiting ‘round the bend,
    my huckleberry friend,
    Moon River and me.

  2. Ehm tra le due Marylin, ma non si può avere Rita Hayworth?

  3. Ehm intendevo Marilyn

  4. La bionda e la mora. Gli uomini preferiscono le rosse?
    Il tipo della Hayworth non differisce tanto dal tipo della Monroe, dal punto di vista della bomba sexy almeno.
    Comunque annoto la preferenza per i toni vermigli, per le caratteristiche nordiche e per le abbondanze.

  5. Come faccio a non preferire Audrey? Audrey quindi sia.

  6. Sulle abbondanze c’hai preso, la preferenza è nello specifico in quanto la Monroe non m’ha mai attizzato tanto. Invece le more di solito mi piacciono di più delle bionde, ti posso citare una Dita Von Teese ad esempio. Ma anche Salma Hayek che nella pubblicità del Campari fa un sesso incredibile (lo so che è alta 1.50, embeh?)

  7. Ma tu sei sempre Holly…🙂

  8. Memento per Offender: in picciol vaso gran virtù risiede!

    Nel film, c’è un vero grande personaggio secondario: il gatto, the bombshit, man.

    Miao a tutti gli affascinati dalla Bellezza.
    C.

  9. io per mio non mi ritrovo per un quarto in nessuna delle due. io per mio sono devota alla hepburn ma la caterina- queste due fimmine sono diverse nella carne – una bionda e l’altra mora, una rotonda e l’altra secca – ma in fondo per buona parte dei loro film rispondono al cilchet della femmina carina et svampitella. come copione la tipa di colazione da tiffany non è tanto lontana da quella di quando la moglie è in vacanza.

    La hepburn (katherine) è un altro tipo. Più celebrale, più ironica, ma altrettanto chic. Ha ruoli diversi, con eleganze diverse e ammiccamenti diversi.

  10. Zauberei, benvenuta!
    Tu per tuo hai il tuo rispettabile debole!
    La signora Spencer Tracey e’ un altro pianeta pero’, sul quale credo in parecchi siano d’accordo.
    Quanto alla moglie in vacanza non direi.
    Il pamphlet di Truman Capote dal quale e’ tratto il film consacrazione della “secca” e’ una bella cosina, lo spirito non e’ da fatalona, ma da donna difficile, un po’ svitata, con un passato nebuloso e paura, tanta paura di rimanere sola.
    Grazie per il tuo commento.

  11. sono adorabili tutte edue.Non per niente Capote ha scritto Colazione da Tiffany, e un racconto meraviglioso su Marylin Monroe.
    Io pregerirei essereNicole Kidman

  12. sulla kidman il mio voto è negativo, troppo algida…

  13. Concordo sul giudizio sulla Kidman di Offender.
    Benvenuta Laura.

  14. MONICA VITTI!!!

  15. grazie, Emma.
    La Kidman per me è semplicemente la ‘divina’.

  16. A dire il vero Nicole Kidman non è algida, è insipida. Fossi il marito, l’amante o il compagno non riuscirei a dividere il letto con lei senza munirmi di saliera!😛

  17. Aggiungerei due bellezze francesi: Isabelle Adjani (pre-isteria) e Emmanuelle (l’importanza dei nomi!) Bèart…
    L’algida per eccellenza, più ancora di Nicole Kidman, è a mio avviso Grace Kelly…

  18. @laura: la kidman è in effetti divina per stile ed eleganza, ma fa zero sesso.
    @Ramone: ci sta anche l’insipida, sì.

  19. Beh voglio essere autoctono… rimanendo nel cinema… Laura Morante.. (BravA e incendiaria) e Vittoria Mezzogiorno.. (Bella ed Intelligente)…!!! Ma sulle donne non mi considero un raffinato intenditore..!!! Vado a pelle.

  20. Cé da ammettere che, di fronte alla Hepburne, l’omarino biondino del film ,il dolce e paziente George Peppard, passa completamente in secondo, terzo, quarto,… piano.

    E c’è anche da dire che sono le donne (più degli uomini) a continuare ad apprezzare tanto questo film.
    × Sará un allergia alle donne complicate?

    Io ridadisco e appoggio alcune opinioni trovate in giro: miglior attore non protagonista il gatto.

    Un MIAO a Laura, a Zauberei, a ButinIcode e a tutti i presenti.

  21. Sono capitata per caso su questo blog…credo sia un blog…
    Perchè tanto per cambiare giro ogni giorno alla ricerca di novità sulla donna che porta con il simbolo della classe,dell’eleganza,della bellezza sofisticata e che fa del cinema arte solo con un suo primo piano o ancora meglio con un piano americano.
    Sono cresciuta con lei…ogni volta che rivedo la scena iniziale di “Colazione da Tiffany” è inevitabile che mi scenda quella lacrima,tipica di chi ha le paturnie e io le ho spesso!!!
    C’è un abisso tra la sua intensità e le altre…
    Però vorrei tanto sapere di chi è questo sito perchè so tratta di sicuro di qualcuno veramente in gamba…
    Renata

  22. grazie Renata, torna a trovarci quando vuoi, siamo E. e C.
    Saluti.

  23. It’s amazing in favor of me to have a site, which is useful for
    my knowledge. thanks admin

  24. Hi i am kavin, its my first time to commenting anywhere, when i read this article i thought i could also make
    comment due to this good post.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: