Soldi buttati

Le università del mondo macinano studi di ogni tipo.

Ci sono università blasonate e meno, studi commissionati e ricerche sulle acque minerali e i loro bei contenuti di minerali da far impallidire le particelle di sodio! Tanto che ci sembra siano formate da studiosi a pagamento, da mercenari dello studio che si vendano al primo offerente.

Università di calibro che fanno studi su quante calorie si brucino facendo le casalinghe, che quindi concludono che è mica poi tanto male bruciare 190 lattine di bibite gassate in una vita di letti da rifare e di bagni da far brillare.

E le diete, le diete poi sono un vero mistero. C’è chi le suggerisce a zona, chi è nutrizionista serio e propone un serio bicchiere di vino e due bei tarallucci ogni tanto, mentre qualche matto parla di pasta quanta ne vuoi ma dalle 8 alle 9 del mattino!

E poi c’è il grande mondo della Psichiatria. E delle sue ricerche all’avanguardia che ci fanno capire veramente che saremmo dei tapini senza questi grandi geni che irradiano la nostra vita di perle di saggezza su come dobbiamo vivere, ridere, parlare, mangiare e dormire.

L’Amercan Journal of Psychiatry ha prodotto recentemente la perla che non conoscevamo: l’insonnia, uno dei mali del nostro secolo, non si cura con le pillole! Pensate che alcune sedute di trattamento psicologico possono farci ottenere lo stesso risultato e anche in modo più salutare! (beh certamente meglio di robe che danno dipendenza e necessitano di dosi crescenti di veleno che poi a cascata portano altri problemi a fegato, cuore, stomaco e chi più ne ha più ne metta!)

Qual è il magico mondo della “stimolazione del sonno” e quali sono i consigli utili? Usare strategie di questo tipo: a letto non guardare la televisione, non mangiare e non leggere, non coricarsi finchè non si abbia sonno (quindi si rischia di rimanere in piedi), alzarsi ogni giorno allo stesso orario e andare a letto alla stessa ora. Se non ci si addormenta entro 15 minuti, alzarsi subito e fare qualcosa di stimolante, che non sia però nessuna attività fisica nè mentale (cosa è rimasto?).

Inoltre non pensare sia difficile dormire (quando te lo dico io!), girare l’orologio in modo che non si possa vedere perche’ guardare il tempo passare è il peggior modo per addormentarsi (e come fai ad alzarti dopo 15 minuti se non dormi? A occhio? Non ti stressi di più se devi contare per 15 minuti?).

Alla fine quindi, se tutti questi passaggi non funzionano chiamare il dottore per farsi prescivere una bella “terapia del sonno” (ma non esisteva già?) perchè certamente si necessita di aiuto specifico.

Detto tutto questo: non hanno scoperto l’acqua calda? Non avevano già detto le stesse cose almeno altre mille volte in riviste diverse, in anni diversi e in Istituti diversi? C’è il riciclo delle dispense?

E soprattutto, tornando al nostro mondo popolato di Università, di Enti, di Fondazioni, di Istituti vari di Ricerca, non vi sembra che i soldi dei contribuenti stanziati per mantenerli in vita o per contribuire a mantenerli siano di gran lunga peggio spesi che aprendo la finestra e buttandoli di sotto?

(E.)

Published in: on novembre 7, 2007 at 11:07 am  Comments (10)  

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2007/11/07/soldi-buttati/trackback/

RSS feed for comments on this post.

10 commentiLascia un commento

  1. […] sconosciuto: Ci sono università blasonate e meno, studi commissionati e ricerche sulle acque minerali ei loro bei contenuti di minerali da far impallidire le particelle di sodio! Tanto che ci sembra siano formate da studiosi a pagamento, … […]

  2. Meno male che non hai citat l’economia…..(fiuuuu) no, carissima. Perchè hai ragione!

  3. A proposito di soldi buttati (e di soldi da buttare!) mi permetto di segnalare (a scopo meramente pubblicitario) questo allegro pezzullo: http://malatemporacurrunt.wordpress.com/2007/11/07/italia-punto-a-capo/
    Per il resto mi associo alle considerazione della sempre 😛 pacata Emma e della cristallina unaperfettastronza (bel nick a proposito).

  4. …purtroppo il discorso della ricerca è complicatissimo, chi ricerca non ha i soldi ed i mezzi per farlo.. chi non fà ricerca ha le sovvenzioni..!! il solito paradosso..! succede quindi che chi vuole fare ricerca si affida alle sponsorizzazioni private.. divenendo immantinentemente uno strumento delle multinazionali.. nonostante le sue intensioni filantropiche..!! (non sò che ho detto.. ma mi suonava bene…!!!

  5. IntenZioni.. scusate l’errore di battitura..!!!

  6. non lo dire a me che ho a che fare con la ricerca da un paio di annetti e che vedo tante di quelle schifezze che potrei farci un tomo!
    (presto farò un post sugli enti statali che fanno ricerca, sulle loro richieste assurde e sui giri di pagamenti che viene il mal di mare)

  7. HAY ALGUIEN AQUÍ QUE SE HAYA ENCONTRADO, DESPUÉS DE TANTO BUSCAR?

    c.

  8. alludi ad Ale, querida?

  9. NON CI POSSO CREDERE

  10. “Non leggere a letto”? Per me è sempre stato il miglior aiuto contro l’insonnia…
    “Non svolgere alcuna attività fisica né mentale”? Beh l’unica che mi viene in mente (sarebbe fisica, ma ridotta al minimo) è scolarmi un bel bicchierozzo di Port Ellen 27 anni, poi vedi che sonno che mi viene (ma purtroppo anche con i succitati effetti collaterali).
    Ridicoli comunque…


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: