Stati di colore

Sui campi abbandonati sul ciglio della strada si alza un velo compatto di bianco. Le mattine di gennaio sono così, bizzarre e scostanti, come una donna. Si alzano col sole e intiepidiscono le case, scaldano i colori degli intonaci, pallidamente li fanno arrossire di lontano mentre i navigli come vermiciattoli sono coperti da piccole nubi, come azoto liquido, che vorresti sfiorare con le dita per percepirne la consistenza.
Il cielo è una speranza, con fazzoletti sparsi di varie forme, pronti a raccogliere le lacrime del mattino, pronti ad ammorbidire la caduta sull’asfalto del colore, che si ingrigisce e si fa cupo, mentre ruote infelici lo trapassano veloci.
Un giallo gassoso trafigge i vetri delle case e le illumina di giorno, sveglia i gerani infreddoliti e scosta le tende. Le lenzuola stese si muovono piano, pesanti di umidità, cariche di aria satura di tubi di scappamento.
Il verde solido si fa più nitido a tratti, laddove il velo bianco e paterno lascia la terra per sciogliersi al sole.
Un aereo passa incurante e confonde i suoni di due voci che si salutano.
Il mattino scorre piano, mentre tutto il resto intorno va e non si ferma a guardarlo, col suo oro in bocca e la sua voglia di caffè.
E il contrasto stupisce, fra la natura che dirompe lenta e incosciente e l’umanità che sbadigliando inizia a correre come la gazzella nella savana.

(E.)

sotto le biglie: yellow
Published in: on gennaio 30, 2008 at 8:42 am  Comments (12)  
Tags: ,

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2008/01/30/stati-di-colore/trackback/

RSS feed for comments on this post.

12 commentiLascia un commento

  1. Non importa che tu sia leone o gazzella…al mattino, non appena ti alzi, comincia a correre!
    Anche se la giornata uggiosa di oggi invita a una lentezza kunderiana…

  2. ..e dire che a Roma mi sembrava solo fosse una mattina piuttosto grigia.
    sarà colpa del nero d’abito.
    (ho sempre adorato le palline di vetro della foto che hai scelto..ne conservo ancora un sacchetto)

  3. bellissima descrizione, evoca proprio il paesaggio della bassa🙂 e la scomoda presenza dell’uomo, sempre più fuori dal solco…

  4. ciao emma mi piace quel ragazzo che canta con
    la bocca spalancata, sputa biglie colorate che
    rotolano verso il futuro, ti abbraccio

  5. A nera, E bianca, I rossa, U verde, O blu: vocali,
    dirò un giorno le vostre nascite latenti:
    A, delle mosche neri pelosi corsali
    che ronzano sui crudi fetori, splendenti,

    golfi d’ ombra; E, candori di tende e vapori,
    lance di fieri ghiacciai, fremiti di umbelle,
    re bianchi; I, porpore, sputo di sangue, belle
    labbra ridenti a espiate ebbrezze o a furori;

    U, cieli, di mari verdi divine fughe,
    pace di animali ai campi, pace di rughe
    che l’ alchimia imprime all’ ampio viso saggio;

    O, suprema Tromba piena di stridi fondi,
    silenzi solcati dagli Angeli e dai Mondi:
    – O, l’Omega, dei Suoi Occhi il violaceo raggio!

  6. george, lo stridere della corsa per la corsa e della lentezza perfetta del mattino mi colpiva (oltre all’esperimento del dare corpo ai colori)
    lois, milano piovosa e bianca
    mp, il paesaggio è dei dintorni di milano est dove vivo
    egine, deve stare attento alle mosche il ragazzo, mi hai fatto pensare al gioco delle perle di vetro (ma non so come), l’abbraccio è ricambiato
    ramone, rimbaud è perfetto, grazie

  7. la città si sveglia,la città che si sveglia..la città prima del ritmo frenetico della giornata..è un bel momento da assaporare

  8. Che belle parole Emma, sei riuscita per un momento a farmi piacere Milano😉

  9. grazie anche da me… in questi giorni per me un po’ frenetici, passare di qui è una piacevole certezza di nuovi orizzonti…

  10. Questa per chi esce di casa col buio suona proprio strana😉

  11. giornata liquida, per esempio…

  12. belle le biglie, le ho usate anche da poco! che splendida descrizione del risveglio.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: