Non ci sto

l’immagine è rubata dalla mente di egine

Dopo la poesia e l’arte, un po’ di cruda realtà.
Pace e fratellanza, certo, tutto molto bello.
Piangiamo sul sangue versato. E le brigate rosse e ciò che ci colpì al cuore.
Che per tutti è diverso, che dipende da chi eri, da dove eri, da quanti anni avevi.
E guardiamo con distacco le tragedie del presente, o le guardiamo impotenti.
Perché siamo impotenti anche davanti alle nostre.
Perché non sappiamo dire che amiamo e quindi chissenefrega di quello che accade nel mondo e di chi fa che cosa a chi.
E ci accontentiamo della vita che scorre, atarassici.
Cerchiamo di farcela bastare.
Io non sto con le commemorazioni.
E non sto con la Cina.
Non so a quanto serva, ma non ci sto.
E anche se sono impotente, il viagra non è di certo Berlusconi.
E dico che amo, che proverò a farcela e che combattere senza una semiautomatica ancora si può.

(E.)

Annunci
Published in: on marzo 17, 2008 at 10:07 pm  Comments (24)  
Tags: ,