Due cosmico

Picasso – due donne che corrono sulla spiaggia – 1922

Sono giorni che mi arrampico su teorie, in cerca di una risposta che dovrebbe, come direbbero i saggi, venire direttamente dalla vita.
La matematica di solito mi tranquillizzava. Avere certezze silenziose e tonde è sempre stato confortante.
Elevare a potenza poi non ho ben capito a cosa possa servire nella vita pratica, ma mi fido.
Poi la storia dei numeri reali davvero mi ha sempre appassionata, il fatto che possano svilupparsi, ecco.
I numeri che si sviluppano in una sorta di evoluzione.
Che magia.
Ma la cosa che più mi interessa è che quasi tutti i numeri reali sono irrazionali.
A parte la spiegazione strettamente matematica, l’enunciato è fantastico.
E poi che dire dei numeri trascendenti? Sempre irrazionali loro, beh sono trascendenti direte, certo. Il pi quadro per esempio, ecco, è un trascendente ed è lui il colpevole che rende impossibile la quadratura del cerchio. E quindi rende la sua perfezione.
Quindi nemmeno la matematica, nonostante il suo fascino, può darmi certezze inoppugnabili, ma senz’altro può dirmi ciò che non è, ciò che non è possibile, consentito, assumibile.
Tornando alla realtà che coincide con l’irrazionale, mi sento di tentare di allargare questo principio al resto dello scibile.
Può la realtà coincidere con l’irrazionale?
In tanti, giù nelle tombe, mi risponderebbero di sì, certamente.
La realtà sfugge dalla razionalità, imprevedibile e mutevole, sgusciante e inafferrabile.
Eppure i numeri sono quelli: la convenzione del due che raddoppia l’uno.
Convenzioni che confortano, che trovano una regola al mutare delle possibilità.
E la barbarie sta nella nostra voglia di incasellare e di razionalizzare qualcosa che trascende per natura, che sfugge, ma nonostante tutto ci fonda.
Un non essere che diventa essere nel fluire dei conti e delle assunzioni. Un essere che è altro essere difforme da quello dell’attimo prima.
E noi barbari civilizzati che diciamo barbari ai nuovi arrivati.
Come se due non fosse uno più uno, ma un due fisso, statico, cosmico.
E due è una convenzione. Necessaria ma utile.
Mentre uno è sempre solo e imparagonabile sinché resta tale.

(E.)

Published in: on maggio 7, 2008 at 7:18 am  Comments (18)  

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2008/05/07/due-cosmico/trackback/

RSS feed for comments on this post.

18 commentiLascia un commento

  1. 1 è felice di essere solo, ed è pieno in se stesso.
    buongiorno

  2. ognuno è solo sul cuor della terra…
    ci sono dei periodi o dei momenti in cui si ha l’illusione che il due sia un due fisso, ma in realtà resta sempre una somma.
    Mi piace quando dici che noi siamo barbari che cerchiamo di incasellare il non incasellabile nelle nostre categorie, tra cui la matematica. Al proposito mi veniva in mente l’Etica di Spinoza, che è proprio il tentativo per me più avanzato ed istruttivo nella sua autodistruttività di (in)dimostrazione matematica dell’esistenza di dio. Un avanzato livello di barbarie🙂

  3. I miei 2€cents:

    http://numerabile.it/2006/11/10/su-limmaginario-dei-numeri/

    Sì, autocitarsi è da stronzi ma tant’è (autocit.)
    La vera risposta è la non risposta, Cameo di Egine, tra i commenti del post.
    Ora tutti in giardino, è l’ora della ricreazione,

  4. Buongiorno, sonnecchiante e con la testa fra i numeri.
    Lois cara, il due non è la coppia. Può essere certo, ma non è solo quello. Il Due è confronto per esempio.
    L’Uno è pieno certo, ma sappiamo fino a che punto? No sinchè non lo vediamo accanto ad altri. Sinchè resta solo è pieno ma la sua capienza è presunta.
    Medituzzo, esatto, diffido del due fisso. Quanto ai barbari contenta tu condivida.
    Davide, beh si sa che tu arrivi prima di noi tutti alle riflessioni, tuttavia non volevo fare una lezioncina, poi a te giammai!, intendevo dare un senso alle mie riflessioni e alla vita che scorre intorno.
    (se vuoi essere ricompensato per averci donato questa autocitazione, passa dall’egine che ha i soliti talleri in esubero😉 )

  5. Tre rimane sempre il numero perfetto.. non indulge.. spariglia..!! Un salutone…!!

  6. due non lo vedo come confronto. due, più spesso è contrapposizione o, talvolta e peggio, autoreferenza. il confronto sta nel tre, così come il giudizio. equo e dispari, quindi perfetto. (anche se non non sono sicuro di aver capito quello che ho scritto)

  7. “La realtà coincide con l’irrazionale”. Per tua fortuna Hegel è morto😉

  8. La realtà coincide con tutti e due ecco che! l’irrazionale e il non, eh:) Bisogna solo starsene a oscillare tra i due muovendosi a passetti.
    spero che non siano troppo complcate queste faccende che ti crucciano emmilla!

  9. ho sempre odiato la matematica quindi…boh!

  10. due di due?

  11. vogliamo allora parlare del due comico???? gianni e pinotto, stanlio ed onlio…… i fratelli marx sarebbero out

  12. mi si evoca ? ho sentito di talleri in esubero!
    vengo quindi tirato in questo disquisire attraverso
    il miraggio di un guadagno, mi espongo ecco quà
    sui numeri direi che la solitudine dell’uno, è la
    necessità per ogni azione creativa, la dove il due
    monotamente si limita a riprodurre, sempre seguendo questa bizzarra teoria direi che le donne non
    eccellono nelle arti, pur disponendo delle stesse
    qaulità dell’uomo, perchè non sono mai uno, condannate
    ad essere due, protette senza volere o ancor peggio
    violentate senza volerlo, viene imnpedito loro di essere veramente sole di essere uno, ecco questa
    la mia versione, non sapevo che Hegel fosse morto.

  13. gianna nannini preferisce l’ uno e anchio modestamente LOL

  14. coon non tiriamo in ballo i soliti apolidi, se no ti
    stendo con un sandro penna:::))

  15. Buonasera,
    vero il tre affascina come dice il mio caro Ale (bentornato eh!) e il baskerville.
    Il due è vero diventa una sorta di conflitto, ma il due credo renda possibile l’uno. Anche singolo intendo.
    Quando ci sono due cose simili possiamo riconoscere l’una dall’altra, ciò diventa più difficile quando ce n’è solo una che ci sembra l’unica possibile.
    E vabbé forse sono inutilmente contorta e vi chiedo scusa.
    Ringrazio rip per avere ricordato a me e ad egine che Hegel non è più fra di noi, l’ho scomodato varie volte, specie per mandarlo a quel paese nei miei anni di scuola, quando divideva in tre il mondo e le sue manifestazioni e ancora in tre e sempre in tre.
    NY, io non ho mai odiato la matematica, a volte l’ho subita, credo sia sempre colpa di chi te la insegna.
    Vero egine che la solitudine dell’uno è creativa, ma se poi rimane a quell’uno quel prodotto, qual è il senso di ciò che si è creato?
    Quanto alla gianna nannini, coon, credo lei preferisca qualunque, in ogni caso uno alla volta, certo.
    Zau, io oscillo, ultimamente anche tanto, sed aequilibrium necesse est.

  16. si’, un pò contorta. Sarò tonta, ammetto che non ci capisco niente.

  17. prima di rispondere ho ripassato le tabelline, quella del 7, proprio non la sopporto. Non sempre tutto quadra, a colte un solito di forma sferica lo si può inserire in al posto di un parallelepipedo, io ci provo, a volte mi riesce.

  18. a me hai evocato (sono romana) questa poesia del grande Trilussa
    Conterò poco, è vero:
    – diceva l’Uno ar Zero –
    ma tu che vali? Gnente: propio gnente.
    sia ne l’azzione come ner pensiero
    rimani un coso vôto e inconcrudente.
    Io, invece, se me metto a capofila
    de cinque zeri tale e quale a te,
    lo sai quanto divento? Centomila.
    È questione de nummeri. A un dipresso
    è quello che succede ar dittatore
    che cresce de potenza e de valore
    più so’ li zeri che je vanno appresso.
    🙂
    Notte
    Francesca


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: