Scatola

la foto è di AndreaUPI

Un aereo da lontano, un paio di gatti in lamento da balcone.
Non ho mai tradito i miei limiti. L’unica giovinezza ci sia concessa non va tradita. Anche quando fosse perduta.
E fra queste mura finite rimane un silenzio a colori, un giorno in cui aver fiducia nella propria casa, nelle proprie ferite, rimarginate quando i vestiti le coprono, quando la condizione umana sembra la cosa più importante possa essere.
Un giornale del giorno, un bacio distratto, una perdita da non rimpiangere, un dono da desiderare.
Quando hai sete e fame, quando il cielo è tutto lì davanti, si offre nudo e impaurito perché si possa trafiggere mille volte e mille volte benedire.
Il solito suono. Delle proprie carni che si muovono, delle proprie sostanze che si rinnovano, lasciandone altre a morire.
E lasciare sia il mondo a raccontare che ora sia. Quel piccolo mondo senza orario fra queste carte e questo buono. Questo biscotto sfornato che è il giorno nuovo.
(E.)

(per gli amici che volessero, un invito su LIBMAG a leggere fra gli altri anche il mio articolo)
Published in: on maggio 14, 2008 at 7:58 am  Comments (22)  

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2008/05/14/scatola/trackback/

RSS feed for comments on this post.

22 commentiLascia un commento

  1. questa e’ una delle foto piu’ sconvolgenti che mi hai fatto vedere emma!
    molto belle anche le tue parole, poema in prosa : )

  2. ho fame e sete..fortuna che mi stanno portando caffè e cornetto.
    buongiorno

  3. biscotto sfornato… bellissima immagine (vista e profumo e calore) per la speranza di ogni giorno, piccolo come un biscotto ma essenziale e saporito..
    Idrolitico l’articolo su liblag🙂 ; leggendolo mi veniva un’altra possibile allitterazione relativa all’alternanza di governo: “dal lofting al lifting”..?

  4. ti sei superata😉

  5. a proposito…la foto è stupenda prova però a pensare se in quel rettangolo di cielo (mio marito!) ci fosse stato un aereoplano che passava in quell’istante…

  6. ehilà, ma è un debutto su LM? Benvenuta!

  7. Buongiornissimo, ebbene sì debutto fu su LibMag! e spero sia stato gradito, quindi grazie se leggerete e mi direte in libertà che ne pensate.
    La foto è carina, vero, sono sensibile al mondo della fotografia da sempre e trovo che la bellezza di questa multimedialità di cui disponiamo stia proprio in questa possibile commistione. Esaltare le proprie parole con una immagine o spesso costruire parole sopra di essa.

  8. la foto è davvero bella, l’immagine del silenzio a colori è deliziosa, le tue parole sono rassicuranti. ogni volta è come se tu costruissi un mondo a misura d’ognuno di noi, in cui poterci un pò abbandonare e sentirci comunque protetti. questo sa di buono. come il biscotto appena sfornato.

    un abbraccio
    s.

  9. Ecco emmilla, questo è un post tipico che io lo leggo rimango affascinata e però poi mi imbarazzo, perchè nun zo che di.
    Come ti dicevo a casa mia rispondendoti.
    e la foto, come al solito è molto bella.

  10. COngratulazioni:)

  11. clap clap clap per te.
    applausi sinceri veri e forti per te.
    poetessa di blog

  12. Libmag??? cioè?

  13. missione compiuta avvocà, ho espresso anche il mio parere…ho cliccato su NO…..ahhahahah non è vero dài, ho cliccato SI’, cliccherei sul SI’ qualsiasi cosa tu dicessi ma non esagerare😉

  14. ecco!
    wow!!

  15. Pomeriggio rovente fuori e dentro.
    Prima di tutto ringrazio NY, che ha seguito le molliche di pane sino a LibMag (nessuno è obbligato a votare, ci mancherebbe, anzi non ci ho pensato nemmeno).
    Il tema è ben diverso da quelli che sto trattando in questi giorni qui, su questo blog ameno, cui nemmeno la Zauberei sa che cosa dì!😉 (anche non dire va bene, baci)
    Volevo lanciare il tema dell’articolo per discuterne qui senza copia-incollare che non ne vale la pena. Ma non importa, grazie comunque.
    Grazie per i complimenti a Davide e benvenuta alla tata9, un saluto affettuoso alla pigretta.
    Visto che ci sono saluto anche nic, diana, lois, la night e mp.

  16. grazie a te o Emma

  17. io capisco te, tu capisci me, non capisco perchè
    non abbiamo ancora preso un caffè!

    ps.letto tutto molto bene

  18. ebbrava emma

  19. che esordio! complimenti emma, considerando che anche il mio portafoglio langue, potrei fare pure io il ministro.

  20. il tuo articolo l’è bello assai🙂

  21. Ecco, un giorno come questo. Anche il mio.

  22. Grazie davvero per i complimenti, siete cari.
    Egine, il caffè quando vuoi.
    Grazie mille a Tess, alla bippì e al gians.
    Un abbraccio a Patrizia.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: