Pastis

Non amo l’anice.
I miei amici del sud della Francia lo trovano dissetante.
Non amo nemmeno la menta, ad essere sincera. E tutte quelle cose che dicono dissetanti, ghiaccioli compresi.
Il pastis è l’aperitivo perfetto, annacquato quanto basta per perdere la sua forza, il suo coraggio.
Perché anche i liquori hanno coraggio.
Si presentano in bottiglia, chiari, trasparenti, innocui. E poi mollano il colpo.
Eppure, pur di essere via di qua, lo berrei anche.
Pensando di essere in vacanza, con l’ombrellino sul bicchiere, davanti ad un paesaggio provenzale qualunque.
Io e il pastis.

(E.)

Published in: on agosto 6, 2008 at 8:42 am  Comments (27)  
Tags:

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2008/08/06/pastis/trackback/

RSS feed for comments on this post.

27 commentiLascia un commento

  1. Mi si accendeva la fantasia ogni volta che leggevo Pastis, nei libri di Simenon, oppure quando lo sentivo ordinare al bar dove lavorava Amelie.
    Poi mi sono informato ed ho scoperto quel che dici anche tu, cioè che è anice ed io non amo molto l’anice, che delusione.

  2. CREDERE,OBBEDIRE E COMBATTERE…che ètanto brutto, ma magari serve come monito a resistere.
    ecco

  3. Ma anche senza ombrellino… (-;

  4. resisto senza il monito fascista, lois🙂
    rip, vero, c’è il sole, non serve.

  5. Io berrei il pastis anche in un bar dell’hinterland di Casteddu (Cagliari).
    Comunque, secondo me il punto è berlo (il pastis, non il bar di Cagliari) leggermente freddo.
    Certo, c’è anche l’anisetta alias “pastis dei poveri”; ma non è la stessa cosa.
    Anch’io resisto senza moniti fascisti.

  6. riccardo ho messo proprio l’anisette nei tags.
    non mi piace e comunque l’ho bevuto solo all’estero, non conosco le eventuali varianti italiche.
    la provenza mi ispirava stamattina, col suo profumo di lavanda, ma casteddu mi sembra un’ottima alternativa.

  7. Bevete alcool responsabilmente.

    Questa è una campagna autofinanziata per un consumo responsabile di bevande alcooliche.

  8. paese che vai usanza che trovi, pare sempre la stessa, in turchia raki, in grecia ouzo o giù di lì, poi pastis 51, il pernod, sempre a opacizzarsi miscelato con acqua.
    paese che vado usanza che provo, sempre la stessa,..e diamine..chi sono io per non rispettare gli usi e i costumi, le tradizioni millenarie.

  9. Rip, benissimo la pubblicità progresso, ma sarai un testimonial all’altezza? :::)))

  10. ma insomma, sono sobria adesso, ma un aperitivo me lo potrò concedere no, rip, per giunta vado anche a piedi!
    davide, certo, ma può non piacere vero? o le tradizioni in quanto tali debbono piacere per forza anche al gusto?
    pastis per tutti!
    Ombra, uff, prendi il pastis con noi? e cambia e-mail nel frattempo…

  11. uh, mi ricorda un viaggio in Corsica.
    Splendido

  12. Sobrio da molti molti giorni.

  13. COnsiglioti provare il sanbuco
    o i mirtilli…
    tu e il pastis… ma andiamo!!!

  14. andiamo, darioskji? ok.😉
    sambuco adoro, specie le caramelle.
    non amo le caramelle, ma quelle al sambuco di una casa svizzera proprio son buone.
    i mirtilli fanno bene alla vista.
    prenderommi i consigli dunque.

    rip, dopo la sostituzione del pusher?
    tess, pastis?

  15. la variante napoletana si chiama “acqua ed anice” e, nella sezione Madeleine, fa il pari con l’orzata ed il biscotto amarena. famosa la chiosa Carosone, quando in una canzone parla della nebbia milanese come di “acqua ed anice”.
    Personalmente non amo i liquori annacquati e ho i brividi quando penso agli anglosassoni che allungano con acqua i pure malt piuttosto che i Sour.
    Concedo una chance al Laphroaig con acqua e ghiaccio giusto perché si bevono separatamente (e sennò torba e pennicillina non si sentono…)
    dico questo per la precisione, ma amche perché ieri notte, orfano di sostanze alcooliche significative e di dissetanti collaterali, ho mischiato l’amaro sardo al mirto con acqua casertana frizzantina naturale, generando un’insonnia insanabile.

  16. no la provenza no, quest’anno. Troppe presenze imbarazzanti, facciamo la corsica, oppure la bretagna. Oppure liberiamo la libertà e seminiamo i nostri passi di pastis e ouzo ovunque ci sia una compagnia che condivida davvero parole, silenzi e alcool.
    Per l’aperitivo preferisco lo spritz oppure l’ombra di bianco mosso o fermo, ma freddo. Però sulle mie preferenze l’appartenenza territoriale gioca sporco.

  17. preferisco i liquori lisci e senza ghiaccio o acqua, ma per stare in compagnia mi va bene tutto🙂 quando si parte?

  18. In questi giorni si fa fatica a superare la boa di metà giornata, quando si arriva già al pomeriggio tutte le forze sono state impegnate per arrivarci e si finisce per trascinarsi sino a sera.
    Aristarco, lieta di vederLa, mi sembra non dorma più nessuno sa? mi immagino le nostre case in queste notti torride popolate da fantasmi che vagano in cerca di un refrigerio e di un riposo irraggiungibili.
    La provenza era una ispirazione, Willy, non ci andrò senz’altro, anzi, sentirò gli agrumi al posto della lavanda.
    Medituzzo, parto questo fine settimana, per intanto bevete quello che vi pare: open bar!
    (spero non mi senta rip!)

  19. chiudi gli occhi allora
    e apri le narici davanti al pastis
    e il gioco è fatto
    e il sogno pure

  20. Non lo amo neppure io. Sará che la prima volta lo bevvi liscio…me lo raccontarono, poi.

  21. in vacanza va bene tutto anche l’acqua brioschi.:)

  22. beh sapete che vi dico?
    che sono quasi le sei ed un altro giorno è andato, che la sauna a stirare l’ho già fatta ieri sera, quindi stasera forse non mi sciolgo.
    già un ottimo motivo per stare allegra.
    ste, open bar ho detto, serviti pure (so che me ne pentirò)
    gians, per chi non è ancora in vacanza, anche, t’assicuro😉
    terezuccia, qui caldo e neuroni andati a farsi strabenedire, se chiudo gli occhi sbando.
    (buonissima serata)

  23. io volo al nord invece.

  24. lasciatevi abbracciare da una grappa morbida
    oppure da un moscato rosa tenuto in fresco
    dimentichi dell’arsura e della calura
    allegri

  25. caramelle al sambuco ottime!Io sono di gusti semplici…magari adesso berrei un buon prosecco, o un bianco di custoza ghiacciato.🙂

  26. bricioletta quando parti?
    ferrista ecco, così si ragiona!
    francesca, gusti semplici anch’io.
    mi piacciono le cose sincere.

  27. mercole..


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: