Verso sud

una mia immagine del ragusano

Sento ancora il vento di scirocco, che accarezza e sagoma i colli, i muretti a secco e il profumo di qualcosa che ti è familiare ma non sai riconoscere.
Col naso all’insù cerco le somiglianze, fra ciò che vedo qui e ciò che ho ancora negli occhi.
Tempo fermo e sole senza scampo.
Come se i vecchietti immortalati in una foto in una chiesa, fermi sul ciglio di un podere con cappelli e fazzoletti in testa, sotto un sole in bianco e nero, potessero ancora essere qui, dietro al trattore fermo, accanto alle mucche al pascolo, sui cucuzzoli dei monti dolci terrazzati, erosi dal vento e dalla vita che non perdona.
Già perdonati dall’arsura con corsi d’acqua generosi e verde a perdifiato.
Come se il sole non fosse già abbastanza.

Magari la vita perdonasse allo stesso modo con cui la natura perdona le nostre mani maldestre.
(E.)

Published in: on agosto 26, 2008 at 9:12 am  Comments (12)  
Tags: ,

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2008/08/26/verso-sud/trackback/

RSS feed for comments on this post.

12 commentiLascia un commento

  1. ciao tutto bene a parte la vita permalosa?

  2. in quell’angolo di sicilia che frequento, tra Enna, Caltanissetta e Ragusa, il bruno dal terreno di questa stagione, entra nelle case, nei muri calcinati, nelle commessure abitate, nell’ombra di visi asciugati. Anche nei pensieri brevi. Lì la misericordia è di casa e anche la vita trova una via breve al mare, come l’acqua che a volte sparisce inghiottita dalla terra, ma c’è e riappare. La misericordia di città è altra cosa Emma, hai ragione, è un pacco da scartare e non sai mai cosa si troverà.

  3. soffiasse davvero quel vento di scirocco
    e arrivasse ogni giorno per spingerci a guardare
    dietro alla faccia abusata delle cose,
    nei labirinti oscuri della case,
    dietro allo specchio segreto d’ ogni viso,
    dentro di noi…

    che io questa canzone, a proposito di scirocco, l’ho sempre amata.🙂

  4. Amo molto la Sicilia, anche se il ragusano l’ho sempre solo immaginato. Come in quella tua foto.
    Lo scirocco, invece, lo conosco bene

  5. è un tempo assonnato questo.
    personalmente mi trascino per ore a fare cose che farei in tempi meno dilatati se non fosse agosto, se non fosse fine agosto soprattutto.
    è proprio così, willy, anche se a me la misericordia, il perdono e i sensi di colpa annessi hanno sempre dato tanto dolore, che in questo momento le immagini della terra e del vento che porto con me non hanno.
    sarà che le cose meno belle sono di città, e nella campagna, qualunque essa sia, si nasconde un po’ del nostro modo dimenticato di vivere la vita.
    impollinaire, sono permalosa, vero, ma la vita no anzi, lei sta benissimo.
    lois, grazie, ci voleva la citazione.
    tess, io non conoscevo questi posti, li ho annusati come fanno i cani coi nuovi venuti.

  6. La vita non perdona
    Il Milan perdona Scevchenko…
    DIo perdona io no.
    E’ arrivato Sartana: vendi la pistola e comprati la bara. Molotov bella la tua foto
    Sembra bianco e nero
    ma
    vorrei che fosse rosso nero…

  7. (ma il ragusano non viene se la mucca è pazza, vero? pardon)

  8. l’inclinazione di quell’albero mi è familiare, ma a causa d’un altro vento. si dice il vento sia il miglior potatore in assoluto, riesce a strappare i rami secchi ma a volte sradica del tutto le piante più deboli, un vento simile anche nella vita potrebbe essere troppo. ciao emma bella.🙂

  9. ciao Emma :-))
    (mi sto riacclimatando al livello del Colosseo, domani si lavora…)
    (ma perché stavo meditando anche io sul vento??)

  10. Hai trovato, le somiglianze?

  11. caffè di mezza mattina.
    darioskji, urge fare una seduta spiritica per parlare con la marta
    bask, non amo il caciocavallo e il latte non è maionese, ma ti perdono😉
    gians, il vento consuma ma non pota, semmai spezza; le potature sono benefiche, il vento non sempre lo è.
    medituzzo, svolazziamo allora
    rip, il gioco è “trova le differenze”.

  12. intendevo il ragù-sano. adesso sì che non mi perdoni…


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: