Spremuta d’attesa

la foto è di hummyhummy

Nel giorno che verrà ci sono promesse, desideri, solidità.
Domani non da certezze, chi vuol esser lieto sia, e la beffa del carpe diem.
Una beffa, una di quelle raccontate per giustificare ogni ignominia, ogni pulsione irrefrenabile e ogni rigurgito.
Ci sono cose irrimandabili, cose da cui non ci si sottrae, cose immarcescibilmente decisive.
E da quelle tocca fuggire, prima che sia troppo tardi.
Le altre le attendiamo.
Con tutta la magia che possiede un universo scientifico, fatto di successioni e di tempo. Inconoscibile ma prevedibile, con cadenza statistica e monsoni regolati e tempo bastardo o tropicale.
Attendere, perché quando aspettiamo quella cosa sappiamo che accadrà, quindi siamo un po’ profeti, e in più la coloriamo, la orniamo come fosse l’unica al mondo.
L’unico respiro che ci sia concesso.
(E.)

Published in: on settembre 17, 2008 at 7:52 am  Comments (13)