U

in attesa dell’alba -foto di claudio parente, sotto, glenn gould

Stringo fra le dita il primo caffè, la notte non ha portato consiglio, è stata turbolenta.
Questo giorno si srotola piano, è mattina da ore, pare, e il cielo ha lo stesso colore, ingiallito da un sole scolorito, di ieri.
I camionisti fumano negli angoli dei capannoni, gli aerei volano, ancora per un po’.
Il custode risponde al saluto per educazione, gli rode che una volta gli ho fatto aprire il cancello prima del tempo, per poter uscire.
E che il suo camper deve stare fuori dal cortile.
Mentre i parcheggi aziendali sono vuoti.
Lo spreco lo irrita, si vede.
Chiudo la finestra dietro al mio schermo.
E metto su Goldberg Variations. Che mi racconta la storia della perfezione del suono. O almeno una delle sue versioni.
Questa storia profuma come questo autunno, una storia di un uomo insolito ed eccentrico.
Un uomo che cantava mentre suonava e nelle incisioni si può ancora sentire la sua voce.
E che diceva che le incisioni erano un concerto senza sale.
Eppure quel concerto sciapo fu quello che ce lo fece conoscere.
Vi regalo Glenn Gould, che era d’oro al secolo ma essendo sciocco, come il pane toscano, aggiunse una u, chè una u in più non si nega a nessuno.
(E.)

Published in: on settembre 23, 2008 at 9:29 am  Comments (24)  
Tags: , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2008/09/23/u/trackback/

RSS feed for comments on this post.

24 commentiLascia un commento

  1. le variazioni, le suuona Mario Brunello…benissimo
    commuove.
    buongiorno

  2. ubuntu, un thè ci sarebbe stato da paura ascoltandolo

  3. Una volta, o di più,
    Un uomo attento
    Udì un richiamo.
    Una donna,
    Unica come ogni donna
    Urlava il suo amore.
    Umido, unico.
    Urlava e voleva quel che lui voleva.
    Unirsi a lui.
    Uh.

  4. quello che dice gould (di sé e dei suoi concerti) però è vero, basta vedere i filmati di come e quando suona per rendersi conto della sua potenza anche gestuale e fisica. esempio: http://it.youtube.com/watch?v=qB76jxBq_gQ
    ciUao🙂

  5. Anche a me non piacciono gli sprechi. Neanche quelli delle u.

  6. che personaggio, i classici tratti del genio ossessivo compulsivo. una volta ho sentito un documentario su di lui alla radio…aveva sempre freddo e suonava sempre con addosso il soprabito e su un seggiolino sgangherato da cui non si separava mai.

  7. ma come suonava Bach lui…

  8. dentro le Superga vuoi dire le scarpe
    la marca o qualcosa d’altro tipo un mau
    soleo una basilica 2 yogurt un po’ di ricotta
    pavesi crackers marmellata ai frutti di bosco un
    caffé un biscotto integrale un velo di latte grazie.
    la variazioni sul tema goldberg… un cavallo di battaglia per ogni festa comandata che si rispetti…
    c’è un bellissimo film su Gould che tu certo avrai visto… 32 storie di qualcosa non ricordo bene un canadese girard credo… tu sai tu vedesti certo…
    ho qui sul tabolo rogopag dentro il quale c’è la ricotta di pier paolo & orson welles… gli italiani, ricordi? un popolo di analfabeti e la borghesia più ignorante d’Europa… mi son strafatto di ricotta e ora muoio sulla croce… oggi sarai con me in paradiso… vedrai, ci divertiremo un casino!!

  9. Mi ricorda tanto Hannibal, da allora quando sento nominare le variazioni Goldberg mi guardo attorno sospettoso.

  10. eccomi, terzo caffè e U di approvazione!
    gli sprechi non piacciono nemmeno a me, rip, ma su su Gould si può sprecare un po’, non credi?
    lois, mai sentito, ma colmerò la lacuna, grazie
    NY, io ho già il caffè, se ci metto anche un thè adesso finisce male
    bask, variazioni sul tema, mi piace.
    vero, medita, anche se sulla sua eccentricità si è detto tanto, anche se pare non fosse così come lo dipingevano
    nic, credo di avere in comune con lui l’essere freddolosa, ecco
    tess, sì, vero
    darioskji, ho visto e ho gradito il film , anche se il regista un po’ si perde e poi sai rivisitare un rivisitatore di professione pare un esercizio un po’ acrobatico, quanto al fatto che ci riincontreremo in paradiso non ne sono certa, ma se la causa è la ricotta potrei fare uno strappo e crederci pure!

  11. Gould,su 30 pezzi facili, che facili non sono e che c’erano già prima e aspettavano la scena d’un interprete degno. Ascolta, magari nuovamente,la registrazione del concerto n.1 per piano e orchestra di Brahms, dirigeva Bernstein e alla fine ci fu un confronto ironico sull’interpretazione, dove direttore e solista non concordavano. Ecco, due grandi che si confrontano e sorridono, ma Gould non avrebbe più accettato confronti.
    Caffè e Goldberg bello, a volte ci aggiungo la sera e il tramonto.

  12. bel regalo, emma, soprattuto quel suo senso di “quiete autunnale”… perfetta, azzeccata più che mai!
    grazie, ci voleva proprio.
    (ho rimesso su il cd anch’io)

  13. Uh, uh. Quante citazioni.
    Brunello che suona Bach piace anche a me, e del resto Gould è un suo modello dichiarato.
    Stasera, al ritorno a casa, mi hai fatto venire voglia di una dose.
    Di Goldberg Variations, o, a scelta, di Suites per violoncello.

  14. urca.
    stasera, a casa, uriah heep e ultravox.

  15. Avrei dovuto dire “Suites per Uioloncello”?

  16. a parte bask che gira le frittate in maniera mirabilante, venghino siori venghino!, cui manderò una lista di lettere di cui necessito artisti da mettere in colonna (grazie!), ringrazio la pigretta, sono contenta sia di compagnia, rob, che pare abbia colto l’invito al riascolto, che fa sempre bene, e grazie a te willy, mi mancava questa chicca.
    (ho riacciuffato ombra dall’ombra e lo ringrazio, hannibal è solo uno del film in cui è stato usato gould, ma non uno dei migliori)
    pertanto U per tutti questa sera, che le vogliate o no!

  17. bUUU…
    (ok, uado)

  18. in sardegna le “u” si sprecano, che rip lo sappi!🙂 ciao emma.

  19. sappia!🙂

  20. Gli sprechi son sempre sprechi:di questi tempi poi!
    kisses e buona notte

  21. beh se avete altre vocali che v’avanzano possiamo raccoglierle.
    gians, sappilo!
    jessica, benvenuta.
    bask, torna va.

  22. cosa vuol dire mh.?

  23. Glenn Gould è stato il più grande! Più grande di Arrau, di Michelangeli e persino di Horowits. Lui non suonava dall’alto verso il basso, ma dal basso verso l’alto.
    Buon compleanno Glenn!

  24. (Thank you rounds are always welcome, of course. * Team answer sheets
    – Basically a grid lined A4 type sheet with answer write in numbered boxes and a line on top for the team name.
    28.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: