Le foglie lo sanno

la foto è di andrew blumenfeld, sotto le foglie la musica: funky bahia

Di questi giorni ricordo il tempo folle di un ottobre che non vuole rassegnarsi.
Un vento leggero e un sole premuroso.
Le foglie nonostante tutto. Gialle nonostante tutto.
Che non si fanno incantare da una promessa non mantenuta.
Che non si fanno infinocchiare da un bel muso giallo, che non si fanno comprare come i negozi dai musi gialli ecco.
Le foglie lo sanno che è già autunno, lo sanno le strade e le piante sui balconi.
Di questi giorni ricordo, come un film che scorre veloce, fotogrammi che rotolano gli uni sugli altri, fotogrammi di cose comuni, spesa, partita di pallone, scale mobili, luci intermittenti, sergio mendes, milano silenziosa, il vapore del ferro da stiro, il sole sugli alberi ingialliti, l’azzurro del cielo sopra le creste degli edifici, le foglie cadute sul campetto di calcio, un ramo rosso attorcigliato su un albero di fronte alla finestra della cucina, i libri comprati a metà prezzo, il sapore del caffè dopo otto ore filate di sonno, la gatta che si struscia sulle mie falangi, il calcare sulle piastrelle del bagno, le canottiere di tela mandate in letargo per l’inverno come ghiri nei boschi.
Riavvolgo il nastro e vado al lunedì.
Mas que nada.
(E.)

Published in: on ottobre 13, 2008 at 9:39 am  Comments (15)  
Tags: , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2008/10/13/le-foglie-lo-sanno/trackback/

RSS feed for comments on this post.

15 commentiLascia un commento

  1. Bel pezzo ma ci ho un apio di osservazioni.
    – Ma ce lo sai quanto costa un negozio cinese? ah ci ho delle leggende da piazza Vittorio io…:) che farebbici un post.
    – Per il resto è tutto ok concordo sulla questione cromatica e dei sapori, e anche dei gattini. Tuttavia la mia testa ha tradotto per due letture due “falangi” con “gengive” e ne era un po’ perplessa.:)

  2. le foglie lo sanno e quelle gialle in particolare ce lo ricordano, che siamo in perpetuo movimento, cambiamento, evoluzione, in un ciclo che si ripete sempre diverso..
    Ciao Emma, buon lunedì e tutto il resto🙂

  3. magari lo sanno,ma io son contenta che facciano le gnorri e si facciano anche loro scaldare da questa tipica ottobrata romana.
    è meravigliosa!🙂

  4. Immagino una classe in cui una compagna si alza e dice:”foglie gialle” e tutti ricordiamo i nostri autunni. Cervelli che lavorano su profumi, sensazioni, corse e odor di sottobosco. Ma il profumo del vapore d’un ferro arroventato si è imposto nella mia testa deviata e l’autunno è l’albero di fronte così come lo vedevo dai vetri. Anche loro senza risparmio energetico. Belle sensazioni,Emma, mercì

  5. DI questi giorni ricordo…
    la corsia n°6 di anton cechov
    una parola russa che suona come
    POSLOST… e che significa andante dozzinale
    mediocre ma molte altre cose ancora anche riferite
    a una classe sociale tipo la piccola borghesia.. ecco
    poi vediamo Caro Diario di mammi Moretti e poi le foglie morte quelle morenti e tutte quelle che moriranno presenti passate e future… la Bolivia gli indios boliviani EVO non mi ricordo chi… è il presidente boliviano… l’arcobaleno il calendario maya, evelina a vicenza il fine settimana in casa, i 77,5 kg… l’uva e lo yogurt… eccetera eccetera eccetera oggi 13 ottobre 2008

  6. […] le foglie lo sanno che è già autunno. (Mi-Va) […]

  7. anche rip dev’essere andato in letargo come i ghiri nel bosco. è terribile.

  8. riuscire a scrivere mi pare quasi un miracolo in questi giorni.
    mi sento come risucchiata dal mondo, da dentro però.
    zau, ce lo so quanto costa un negozio, alludevo appunto ai cinesi che comprano in contanti!
    medituzzo, il ripetersi della vita a dispetto di tutto, questo m’affascina.
    lois, pure io sono contenta, ma con la sfiga che ho, il fine settimana sarà brutto e io sarò a roma.
    willy, sono lieta ti ritrovi in alcune delle sensazioni.
    darioskji, bello quello che ricordi, adesso che ci penso ricordo anche un’altra cosa di questi giorni e fra poco la dico.
    bricioletta, grazie.
    davide, sì, ma andrò a liberarlo.

    dicevo che ricordo anche un’altra cosa di questi giorni e domani ve la racconto.
    scappo.

  9. Io ricordo dolci di compleanno

  10. Ciao, se vi interessa il cinema passateci a trovare.

  11. Bellissimo!
    Intanto ieri faceva 25 gradi a Torino, mi ha detto mia cugina. Io ho qui una bella influenza però..

  12. il tutto è molto romantico, come mai ti sento irrequieta?🙂 ciao emma.

  13. vedo che è autunno perchè ho una pianta in giardino che si è tinta di colori stupendi.
    per il resto io ho caldo,ho una camicia sbracciata e mi dan quasi fastidio le calze..sono confusa.ecco!
    buon martedì!

  14. bene, martedì!
    tessolina, hai fatto il compleanno e non hai avvertito? o l’hai fatto? auguri.
    controreazioni, sai che ci verrei se capissi cosa dici? quale film, cosa?
    astrid, pensa che ho fatto il cambio di stagione dei vestiti!
    gians, sono in una fase risucchio, invero.
    night, io porto i calzini, il fastidio è limitato.

  15. Emmì, tomorrow


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: