The postman

Il postino si prestò per questo scatto e il neonato nella sua sacca lo fece inconsapevole.
Come quando si ascoltano i vecchi dischi e le voci incise sono gli unici ricordi tangibili di anime ormai svanite, così questi occhi e questo profumo di sottofondo, che sa di campagna e fumosi treni che attraversano il panorama.
La foto è del 1900 e il servizio postale di pacchi fu introdotto nel 1913.
Ecco quindi la posta che si sostituisce alla cicogna e dimostra che può consegnare due bimbi con francobolli attaccati alle vesti, attraverso la ferrovia e i postini cittadini, sino alla destinazione finale.
Chiaramente c’è chi prese alla lettera in tutti i sensi questa cosa e il Servizio Postale Americano si affrettò, appena se ne avvide, di proibire questa pratica, con apposito divieto.
La foto appartiene al Museo Smithsoniano di Washington DC e racconta, come tante foto fanno, il mondo in cui è stata scattata.
Ci sono storie che si inventano, che debbono essere costruite, studiate.
Altre che superano ogni fantasia, si costruiscono da sole come castelli in aria a sfidare le leggi del tempo e del mondo corcostante.
Certe storie si leggono senza parole, si trovano in immagini di sconosciuti che narrano senza fiatare.
In ogni piega del vestito del postino, in ogni ombra del viso del bimbo, si scorge un giorno che è stato e che urla agli altri la sua dignità e il suo coraggio di resistere.
Dentro una sacca, con un francobollo.
(E.)

Published in: on ottobre 23, 2008 at 9:30 am  Comments (11)  
Tags:

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2008/10/23/the-postman/trackback/

RSS feed for comments on this post.

11 commentiLascia un commento

  1. ciao emma, ho sentito odore di foto e sono uscito dal letargo…

  2. la faccia abbronzata
    i pantaloni con le righe
    sior pantalon tra le righe
    p.s. non capisco perchè scrivi
    consegnare due bimbi: ne vedo solo
    1

  3. nic, sapevo che le foto ti fanno anche questo effetto!
    darioskji, il messaggio del servizio postale era questo, sto raccontando una storia vera una volta tanto, sai? le poste promettevano di riuscire a trasportare fino a due bambini come pacco, poi la cosa fece notizia e le poste si affrettarono a far capire che si trattava solo di un modo di dire, calcolando i bambini come dimensione media di pacco.
    sono io piuttosto che non vedo le righe nei pantaloni!😉

  4. questo (http://sendbarackyourbaby.com/), più o meno…

  5. il bimbo mi ricorda una simpatica canaglia.
    Molto bella

  6. strana coincidenza, mio padre faceva il portalettere, e poi di seguito il messaggere postali sui treni a vapore, e incorso pure in qualche assalto al treno in stile western, stasera gli chiedo se gli è mai capitato di recapitare qualche pargolo.🙂

  7. un bacio volando🙂

  8. buongiorno e buon venerdì.
    ci ha beccato in pieno baskerville! mi ha incastrata!
    dunque a proposito della storia di Obama (per informazioni andate qui), per caso ho trovato questa storia vera, questo racconto di un pezzo dei nostri uomini di una volta.
    e, come le storie che si costruiscono, come quella raccontata sul bar sotto al mare, per esempio, ho immaginato che chi ha messo su questa storia di Obama e dei bambini, conoscesse questa storia.
    in ogni caso si tratta di una coincidenza stranissima.
    (e Tess, tu che ci prendi sempre non te ne sei accorta!)
    gians, fammi sapere che ti ha detto il tuo babbo.
    torna, medita.

  9. My family all the time say that I am killing my time here at
    net, however I know I am getting know-how all the time by reading such good content.

  10. Hello! Would you mind if I share your blog with my twitter group?

    There’s a lot of people that I think would really appreciate your content. Please let me know. Thanks

  11. Best Sore Throat Remedies

    The postman | MI VA


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: