Lo strazio dei collants

la foto è di auro

Non è un post femminista, ché in tempi di carfagne c’è poco di cui essere fiere.
Ma dico come si fa a coniugare al femminile senza finire nel superficiale o nel generalista?
Essere donna è o carriera o figli?
E se si mettono nella stessa frase senza avversativo vuol dire che una delle due vale di meno?
Le donne che parlano di donne sono da riviste di settore? Se chiedo al mio uomo come sto meglio perché la risposta è “qualunque cosa tu metta” e la risposta non è quella giusta, ma se non l’avesse detto avrei messo su il muso?
La verità non esiste. Ma odio i collants e tutto quello che comportano.
Scarpe adeguate, capelli a posto e discorsi sullo smalto.
Preferirei che il bello e il genere fossero distinguibili da altri particolari. Come per gli uomini. Che anche col naso lungo e le calze bucate sull’alluce possono non sentirsi fuori luogo. Con le scarpe allacciate, intendo.
A noi basta un reggiseno sbagliato per sbagliare una giornata. E per farci venir voglia di fare un cambio di stagione e cambiare le tende. Ché poi odiamo le tende.
(E.)

Published in: on ottobre 27, 2008 at 10:48 am  Comments (23)  
Tags: , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2008/10/27/lo-strazio-dei-collants/trackback/

RSS feed for comments on this post.

23 commentiLascia un commento

  1. Hola Emma,
    Ma cos’e’ successo?
    Vuoi cambiare sesso?

    Mi e’ venuta rima senza volerlo : P

    Io le collants non le metto mai, mi fanno prurito. Ma non sopporto uno con le calze buccate sull’alluce, se io fosse uomo non me lo permetterei mai, o si?… no!
    Non lo sapro’ mai.

  2. uh, ci sono tante cose che sembrano importanti ma non lo sono (-: come si dice, leleganza masce da dentrom non importa quante mani di smalto ti possa mettere sulle unghie o quali golden-collant possa indossare.
    Signori e Signore si nasce!
    (oggi è un lunedì ancora in bianco e nero, cercasi colori!)
    ciao emma!!

  3. Capisco che io ho una passione ignobile per i collant essendo che con delli collant nuovi et rigatini mi sento nuova et rigatina, come se avessi dei pantaloni nuovi e rigatini!
    Ma insomma il bello e il genere si distinguono eccome anche da altre cose. Ci poi confidà – lo sostengono anche i maschilisti:)
    buon lunedi:)

  4. odio i collant! e almeno sotto i pantaloni non li porto mai.magari non sarò seducente…ma ho dei tantastici calzini in tinta, e sempre lo stesso modello di reggiseno da anni..tanto per non sbagliare.🙂

  5. L’argomento si presterebbe a commenti probabilmente politically uncorrect. memore di esperienze recenti, mi limiterò ad affermare che la vita dei maschi con un minimo di gusto non è meno faticosa. Io neanche nei miei periodi più bui sono andato in giro con calze bucate o corte o di colore diverso dal grigio scuro, nero o blù. Mai uscirei di casa senza aver fatto la barba ed aver dato al corpo un odore meno che sopportabile all’altrui olfatto. Tendo a frequentare gente che ha la stessa cura di sé (e degli altri) ed ho idee mie (banali) sull’underwear femminino dunque non ho mai detto ad alcuna “qualsiasi cosa tu metta va bene”, più spesso ho affermato: “piuttosto che quella roba, meglio niente!”

  6. ad associazione mi viene in mente sarah palin. non so perchè..

  7. -è che su di noi l’apparire vien prima di ogni altra cosa
    -è che non ci hanno mai detto che valiamo tout-court
    -è che l’intelligenza non basterebbe nel nostro caso neanche se ci chiamassimo LEONARDA da Vinci
    -è che se sei nervosa sei anche sicuramente isterica
    -è che se sei molto lucida sei sicuramente cinica che è poi come dire “non veramente donna”
    -è che valiamo alla fine solo se generiamo
    -è che poi, una volta generato, si prevede solo la “patria” potestà e il sol cognome dei padri
    -è che…
    Potrei continuare all’infinito, Emma cara, ma per far cosa?
    Forse per farmi dire dall’ultimo, ma potrebbe essere benissimo anche l’ULTIMA ARRIVATA, che ci sono problemi più seri e che le donne muoiono di parto come mosche nei paesi sottosviluppati…come se certi discorsi dovessero per forza annullare gli altri, per consequenzialità assoluta e irrinunciabile…
    Sono stufa, Emma, ma, mi dispiace dirlo, soprattutto di QUANTE ancora prendono tutto ciò per usuale…
    “è sempre stato così”
    “le donne ci rimettono sempre”
    e via discorrendo, con la parte della lagna cioè, quella che rassicura gli animi- all’uditorio- e ci tiene ben ferme nella galera che “ci hanno” ma che anche “ci siamo” create.
    Tez, con infinita partecipazione
    http://tereza.splinder.com/post/16227685/lasciate+agli+alberi+le+MIMOSE

  8. ho sbagliato vistosamente indicazione di link, eccolo:
    http://tereza.splinder.com/post/16251432/LETTERA+dall%27Italia

  9. ..che fastidio il reggiseno sbagliato!!!!!!!!!!!!!🙂

  10. Ti è mai capitato di non veder l’ ora di ritornare a casa per toglierli i maledetti collant ?
    E di dire : non ne potevo più ?

  11. ho riconosciuto nella foto il mio smalto preferito… ma come ho confessato tempo fa alla zauberilla (in un suo vecchio post), non ho il coraggio di scoprirmi i piedi quando lo metto. allora lo uso solo in casa, quando non mi vede nessuno. come se un vezzo così femminile potesse togliere qualcosa alla mia “essenzialità”, al mio minimalismo, come se rischiassi di perdere credibilità…
    insomma, “che cosa stupida” mi sono detta la scorsa estate. allora ho preso coraggio e qualche volta sono riuscita persino a mostrare i miei piedi pitturati! una conquista, emma, una vera conquista.

  12. Reggiseno sbagliato*
    Discorsi sullo smalto*
    p.s. approfondire… sii più precisa.

  13. buonasera, uff!
    arc190 carissima, sono un maschiaccio mancato in effetti, ma solo come idea.
    quanto al buco nel calzino debbo chiarire: è una metafora per dimostrare che i maschietti non debbono dimostrare nulla, ma noi sì, sempre (il buco è nascosto dalla scarpa chiusa).
    prendi i colori che ti servono, medita.
    zau, si distinguono da altre cose lo so, si tratta di provocazione infatti.
    lois, io calzini e pantaloni al novantanove per cento.
    gds, non tutti sono come te, in ogni caso rinunciare mai, si tratta di assecondarsi o meno e di dover dimostrare o meno.
    sauge, non so come mai, forse per tutti quei soldi spesi in personal look?😉
    tez, hai chiaro cosa volevo dire. senza dubbio.
    night, ecco, vedi? pensa come siamo superficiali per gli uomini!
    tess, quelle pochissime volte che li uso certo, in effetti non sopporto i vestiti in genere dopo un po’, ma so’ matta, si sa.
    ste, pensa che vette importanti.. scherzo è che debbo spiegare sotto, capirai (anche a me piace comunque)
    ed eccoci darioskji, con le risposte alle tue domande:
    gli strumenti adoperati in questa narrazione sono elementi comuni per tutte le donne, che possano quindi comprendere cosa significhi sentirsi quasi infastidite, a volte anche per giunta menomate da scelte sbagliate nel vestiario.
    che noia, vero? concordo.
    ma certi dettagli per noi fanno tanta differenza e veniamo osservate, giudicate, infilate in una casella solo per certi dettagli (non che agli uomini importino più di tanto certe cose) ma siamo noi stesse che creiamo queste specie di classifiche.
    e siamo affascinate dalle riviste patinate.
    il mio era uno sfogo.
    non uso i collants, se non pochissime rare volte e li trovo scomodissimi.
    a parte questo spunto, solo di partenza, pensavo alle distinzioni di bello e di genere nella nostra società e al fatto che spesso le donne, certe donne, non tutte, per fortuna, le acchiappi con discorsi di smalto, peccato che poi si perdano nel frattempo e le ritrovi, molte di esse come pesci fuor d’acqua, in negozi di tendaggi e a sfogliare vogue, quando vorrebbero fare altro.
    parlo di incasellamenti e di rischi di omologazione per essere accettati o per non essere considerati “nerds”.

  14. Non ho letto, non posso commentare.

  15. io uso i collant solo quando vado a chiedere un prestito in banca.

  16. che dirti, io che adoro il genere femminile in ogni situazione, rischio di passare per superficiale, ma questo è.🙂

  17. non metto più i collant da quando uso le stringate all-terrain di crocs, l’ acetato richiede il piede nudo perchè si scaldi anche in pieno inverno sul monte. Sono passato ai sotto-pantaloni in capylene perciò, meglio il colore verde pisello perchè quando mi tolgo le crocs risaltano di più i piedi nudi con relative unghie sbrecciate. Poi su una giornata che per un dettaglio può risultare sbagliata concordo, se mi dimentico quel certo fard sulla barba o il copri lashes in silicone modello frankestin non riesco a far bene nulla.
    buona giornata

  18. le donne e i collants tirano, come i calendari a fine anno.
    non c’è che dire.
    sorrido al commento del ferrista e al no comment di ramone, al finto superficiale di gians.
    ma permettetemi di dire che il coon gha rasùn!
    (chissà se si dice così).
    buonissima giornata a te, mitico coon, ti immagino con il fard sulla barba e i lashes e mi cala una lacrima.

  19. Sono maschio e vesto da maschio.
    Però la sciatteria dichiarata, sia maschile, che femminile non la sopporto.
    E devo dire che è per passare inosservato, che mi metto semplice, quando non lavoro.
    Se mi lasciassi andare, vestirei fra il 1890 e il 1930…

    Maobao

  20. anche i cassieri sorridono quando mi vedono con i collant in testa.

    sorridono e sudano

    sarà che i collant fanno caldo.

  21. uh, vedo che si continua!
    maobao, benvenuto, ci mancherebbe la sciatteria no, ho giusto giusto un inglese qui di fianco seduto, con maglietta a maniche corte, un paio di jeans e scarpe da tennis, che non sarebbero male, ma il tutto portato male, dannazione, eppure sapessi che voce che ha!
    ferrista, credo di sì, c’è modo e modo per usare i collants, il berlusca li fa mettere alla telecamera, pensa!

  22. Io i collant li metto sul lavoro. In testa, ovviamente.

  23. parlare di collant e smalto rassicura. se non sai cosa dire alla tua vicina di pomeriggio, quello vale come parlare del tempo, e non ci si sbilancia…. rassicurante normalità


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: