Strani giorni

into-the-dephts

la foto e` di Gustavo G, se volete sotto trovate Battiato

Come duetti improbabili fioriamo sotto la pioggia cantando senza senso.
Ci contorciamo alla ricerca di un posto silenzioso che possa accoglierci senza fare nessuna domanda.
Ci ritroviamo nello stesso posto rumoroso di sempre, con aerei che restano fermi e i cieli comunque affollati. Affollati di cose non dette che restano sospese.
Affollati come mercati nei quali non possiamo più andare, perché non abbiamo tempo.
Bui come angoli di pioggia ai bordi dei marciapiedi.
(E.)

Annunci
Published in: on novembre 13, 2008 at 4:42 pm  Comments (13)  
Tags: , ,