Promessa

una mia foto di mattina, di neve alla cieca, sotto la musica giusta

Come alberi nella neve, muti e freddi. Sfumati e carichi di promesse, di un futuro che arriverà, ma che non è dato di conoscere.
Strozzate parole di chi conosce e non dice, di chi vede e lascia scorrere.
Scorrere o correre. Non c’è differenza. Ché l’acqua corre anche, se sai vedere le sue gambe, e scorrono i giorni, come nei ruscelli addormentati, come nei canali di nebbia mattutina.
La sorte che ci è toccata o le porte che non apriamo.
La corte di un palazzo dinnanzi a noi o la morte che non ha palazzi ma alberga, silente, nelle nostre stanze.
Il giorno tarda ad arrivare e lo vorremmo adesso. Subito.
Noi che non sappiamo aspettare.
E l’attesa, invece, è la promessa migliore.
(E.)

Published in: on dicembre 8, 2008 at 10:30 pm  Comments (11)  
Tags: , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2008/12/08/promessa/trackback/

RSS feed for comments on this post.

11 commentiLascia un commento

  1. Angoli nascosti.. vedute dall’alto.. strade biforcute e attese..!! il gioco della vita! Beso Beso..!!

  2. PASSIONE DEI GLICINI

    V.

    …e qualcun altro aspettava noi
    le mattinate bianche per esempio
    di siringhe e polmoni
    di piccoli prati sconsacrati
    e aspettava noi l’etere illanguidito
    e le corsie le antenne
    i pistilli del sole le nostre
    città di neon e filigrane
    le nostre trine d’acqua
    le attese e i passi
    i fili e le luminarie
    le feste e le rose del cuore.

    Aspettavano noi
    che non sappiamo aspettare
    che non possiamo giungere
    che non riusciamo a donare
    immensamente chiara
    questa di stelle bianche
    inconclusa giornata.

    (roba di vent’anni fa…)

  3. ci si dovrebbe chiedere sempre cosa ci sta dietro le porte che lasciamo chiuse, ma a volte non si è abbastanza coraggiosi per farlo. un caro saluto emma.

  4. l’attesa è l’attesa di qualcosa che già abbiamo dentro e che indifferentemente faremo volare o schiacceremo contro un muro.

  5. dopo tanto attendere si vorrebbe che qualcosa si realizzasse…

  6. dici che dovremmo attendere ?

  7. e qual’era la musica giusta?

  8. meglio abbozzare, quindi.

  9. allora se anche tu girovaghi per fb, fammelo sapere.🙂

  10. L’attesa riempe le nostre ore e le rende frizzanti, ma puà anche essere logorante. Oh sì, a volte, ti rode dentro e non sai più che inventarti per far trascorrere quel tempo che ti sembra infinito.
    Un saluto caro.
    Patrizia.

  11. Il nulla in confezione regalo.E’ questo il senso della neve e anche il saper attendere.
    Ciao
    Mk


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: