Oroscopi e bombe

Two hundreds miles above Central Asia, the skies are visibly calmer as polar mesospheric clouds are captured on film. While the earth is still shrouded in darkness, the clouds are illuminated by the first streaks of sunlight (courtesy of NASA)

Calendari e nuvole rosa su questo mattino di fine anno.
Un sole arancio da risveglio da savana sui tetti lividi di una città che dorme senza scampo, col ghiaccio a terra e la neve a pochi chilometri, sui rami spogliati da un inverno inclemente e due cuffiette nelle orecchie che concilierebbero piu` il sonno che un inizio di giornata di lavoro.
Il cielo si tinge di rosa, colora le finestre e i cavalcavia, la lattuga oltre i guard-rails, le scavatrici lasciate a dormire lungo la strada.
Dura qualche minuto questo silenzio e questa magia, poi tutto torna normale, come se te lo fossi sognato e il sole, un miracolo, inonda tutto, come fosse sempre stato lì.
Lì a guardare tutto.
Il mondo, i conflitti, le bombe, i morti ammazzati, le auto accartocciate, gli addobbi natalizi, i libri sul comodino, i corpi nudi di chi si ama e i corpi denudati dalla povertà e dalla morte.
Le cose tutte insieme, sparpagliate come in una soffitta, come un riassunto strampalato, fatto di immagini, di gol, di tacchi a spillo, di elezioni, di striscia di gaza, di into the wild, di finestrini appannati, di pagine scritte fitte, di mani troppo spesso dimenticate.
E avremo un secondo in più domani. Lo hanno stabilito senza chiederci il permesso.
E giù retorica sul valore di un secondo.
Che vale davvero un secondo. Non un primo, nè un dessert.
Vale quanto una parola detta piano, senza fretta. Che duri il tempo giusto e che significhi tutto il suo significato, pieno, senza risparmiarsi.
Vi auguro quella parola.
Quella che volete.
Ché si muore un po’ quando qualcosa finisce e gli occhi pieni di lacrime illuminano ancora di più la vista di un sole inatteso.
Io prendo il sole. Lo prendo per mano, lo infilo nei calzettoni. Fin quando ce n’è.
(E.)

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2008/12/30/oroscopi-e-bombe/trackback/

RSS feed for comments on this post.

24 commentiLascia un commento

  1. Emma, ho letto il titolo del tuo post di sfuggita e ho letto qualcosa come Cronopios y famas, un libro di Julio Cortázar, poi mi e’ venuto in mente Héroes y tumpas, di Ernesto Sabato. Non c’entra niente con cio’ che hai scritto, lo so.
    Spero trovare la mia parola che mi duri un secondo, e anche di piu’. Che la parola e il secondo non vengano spreccati.
    Un bacio.

  2. ma che cara e dotta sei! brava, cortazar rientra fra i miei gusti, anzi, credo di subire spesso la sua influenza (e non sono l’unica, sono in amabile compagnia fra l’altro)
    ti auguro tutto il bello che meriti, tu, per esempio, mi hai fatto venire la voglia di rintanarmi in una libreria, sport che pratico davvero spesso, tutte le volte che posso.
    la tua parola sara` senz’altro bellissima.

  3. aggiungiamo un secondo nuovo nuovo ai secondi vecchi e che sia un regalo tintinnante per te Emma

  4. e io ti lascio un raggiolino di sole personale,
    da mettere nei calzettoni di inizio anno
    auguri, bella
    Tez

  5. ho troppe parole perchè un secondo possa bastare.
    e forse una sola che le contiene tutte e quel secondo lo allunga. ma non come il brodo.
    compro una vocale.
    e dico ‘tempo’.

  6. non mi viene in mente altra parola che “parola”, ma ci lavoro su…
    ciao emma, sono proprio contento di rivederti :))))

  7. perchè il commento si perde?

  8. Io non mi azzardo a dire più nulla sull’argomento. Basta eccepire a chi dice “sterminiamo tutti” per essere accusati di antisemitismo.

  9. CAra Emma…
    mi preme sapere i titoli dei libri sul comodino:
    CHiedi alla narratrice del tuo post se potrebbe
    fare dare darci codesto approfondimento di titoli
    sui quali cala, penso, sta calando… è calata la polvere dell’inverno e dell’autunno. Sono a casa in
    vacanza, meritata vacanza e meritato riposo; ho un film da vedere in DVD… le ceneri di mio marito o qualcosa del genere: Quel che resta di mio marito di e con jessica lange; ha un marito che si chiama sam shepard… li amo entrambi appasionatamente e loro 2… me e così passo gli ultimi spiccioli di/grazie per la cartolina… a buon rendere; all’anno prossimo che verrà; a Dio piacendo…

  10. come una miss appena eletta mi viene in mente “la pace nel mondo” auguri cara e un abbraccio.🙂

  11. ti auguro che la parola che tu prediligi si trasformi in fatto e che quel fatto duri il tempo giusto.
    e un abbraccio ti lascio qui.

  12. sorrido, bello sempre trovarvi tutti qui, come un mazzo di carciofi pronti da essere fritti! (perdonate, ma stamattina sono allegra, forse perche` questo anno va via).
    dunque i libri sul comodino sono almeno una dozzina, ne sto leggendo due almeno (credo, forse tre) e detesto leggere tanti libri insieme.
    a un cerbiatto somiglia il mio amore, questo e` il libro che fra tutti sta sulla pila e che tiene testa agli altri.
    (c’e` anche un manuale di una macchina fotografica nuova, ma detesto i manuali, l’ho messo li` per ricordarmi che tutti soffriamo).
    in compenso, nei tre giorni di ferie della settimana scorsa ho visto tanti film, molti di essi avrei fatto bene a non vederli, ma pazienza.
    in compenso che l’ho scritto a fare?
    boh, perdonatemi, mi tuffo nell’ultimo giorno lavorativo dell’anno e abbraccio tutti voi, con la promessa che vi ritrovero` nel 2009.

  13. Io butto via l’anno vecchio senza nessun rimpianto.
    E mi auguro di trovare quella parola, ma forse la conosco già.
    Buon anno nuovo a te, mia cara. E tieni stretto il sole. Ci servirà

  14. Dio bono co sto freddo er sole ni i calzettoni è quello che ci vòle.
    Nella speranza che quellli denudati dalla fame abbiano avuto il modo almeno una volta- e qualche volta l’hanno avuto ne sono certa – di essere nudi per amore.
    Buon anno Emmilla:)

  15. …l’ultimo dell’anno, intanto, una bella sorpresa😉 me l’ha regalata qualche minuto fa: appena sveglio, dopo il primo caffè e la prima sigaretta, trovare i complimenti e gli auguri, i tuoi, a proposito di cosa ci scrivevamo ieri sulla mano destra e la mano sinistra, e su cosa – e ci sarebbe un’infinità di roba da scrivere – è davvero la libertà, quella vera, di sentire di sé – oltre che essere – di essere soltanto quello che in realtà siamo, persone…

  16. …se mi linki, poi, sarebbe in conseguenza, forse, della sorpresa di stamane.. un’altra, tra tutte quelle che entrambi, insieme alla serenità – e io ne ho tanto bisogno, ci stiamo augurando di ricevere il prossimo anno…🙂 [sono due, comunque, i link: uno al mio e l’altro al nostro.. e non dimenticare il compito che ti ho affidato nella mail di ieri..]

  17. Buon fine anno e che il 2009 lo metta in culo ai “gufi”!😉
    kisses

  18. sorrido, fa freddo vero, zau, ma ci si scalda presto!
    alfio, i compiti proprio a fine e inizio anno no, ti prego, so che vuoi promuovere il tuo spazio e qui lo dico (e qui lo nego ehehe) andate nello spazio di alfio, cliccate sul suo nome e fatevi un giro, amici carissimi.
    jessica, tantissimi auguri, pure a te, tessolina cara, e a tutti quelli che passano di qui e anche a quelli che non passano, mi voglio rovinare!
    vado a scaldarmi (con i fornelli, ahimè)
    e anno del bue sia! salute!

  19. AUGURI c’entra in un secondo? Si? Detto senza risparmiarsi?
    C’ho l’ansia da cronometro, con questo fatto del secondo.

  20. …il bimbo dorme, sereno. E anche la sua bellissima mamma. Uffa, direbbe lui, anche se ha soltanto poco più di un mese😉 …Non voglio promuovere il mio spazio😦 Il compito della mail di ieri pomeriggio, scherzi a parte, è di portare, se vorrai, voci da quell’altra delle due mani… L’altro spazio, poi, è nostro, di tutti quelli che vorranno crederci e condividerlo.. Quello almeno, se vorrai, potrai linkarlo. Fa freddo anche qui, fuori. Non in casa, però. A parte i termosifoni, c’è un piccolo angelo a scaldarci i cuori stanchi, a volte proprio di parole. Ma questo è un’altro discorso. Ti lascio un altro sorriso, allora, da questa stanza a metà collina, tra l’Etna e il mare e gli alberi… E ancora auguri, per me accetto il tuo ai lettori… A volte scriviamo per raccontarci, altre per nasconderci, chissà forse è soltanto che ci manca qualcosa, “una parola detta piano, senza fretta, che significhi tutto il suo significato”…

  21. ciao emmina,
    sono viva e vegeta…. solo vorrei una parola, anzi due: PIU’ TEMPO!
    è sempre una gioia passare a trovarti e vedere che le cose belle sono anche vere, e durature!
    un abbraccio grande…

  22. ti auguro il tempo giusto e la cernita di ciò che ti serve. Buon anno Emma

  23. se guardi tra gli spam dovresti trovare qualcosa di mio, ma con il nuovo anno si butta tutto che è meglio. Auguri

  24. Special thanks to site management excellence


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: