The hill

 Dove sono i generali
che si fregiarono nelle battaglie
con cimiteri di croci sul petto
dove i figli della guerra
partiti per un ideale
per una truffa, per un amore finito male
hanno rimandato a casa
le loro spoglie nelle bandiere
legate strette perché sembrassero intere.

Dove siamo noi, finiti male, sotto il peso dei nostri anni.
Dove sono finiti coloro che ci ispirarono i primi passi.
Dove sono finite le nostre mani operose, i pensieri matti e sconcertanti, le dolorose certezze che portavamo al guinzaglio quando pensavamo di avere il mondo dalla nostra parte.
Non al denaro non all’amore né al cielo.
Non sono dove non potremo trovarli.
Dormono lì, in cima alla collina.
Ché di colline qui intorno ci vuole fantasia a trovarne.

(E.)

Published in: on gennaio 12, 2009 at 9:16 am  Comments (11)  
Tags: , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2009/01/12/the-hill/trackback/

RSS feed for comments on this post.

11 commentiLascia un commento

  1. o sono sparsi per i sette colli, ad esempio…
    a volte ne ho nostalgia, a volte orrore
    ciao emma, grande come sempre :- )

  2. un po’ de andrè
    un po’ andrade
    un po’ andrà in cavalleria
    un po’ cavallette & locuste
    un po’ lacustre e marittima
    un po’ salata e scellerata
    un po’ in vendita e…
    e???

  3. ah, quanto mi manca…

  4. mi manca a tal punto, che odio sentire le sue canzoni interpretate da altri.

  5. Via del Campo è forse la canzone (solo canzone?) che amo di più.

  6. poi, alla fine, le più belle sono le canzoni d’amore, no?

  7. mi piace l’idea di avere ancora mani operose,pensieri matti e sconcertanzi,mi piace anche l’idea di avere ancra dolorose certezze.
    mipiace l’idea,almeno quella.
    “Un’idea, un concetto, un’idea
    finché resta un’idea è soltanto un’astrazione
    se potessi mangiare un’idea
    avrei fatto la mia rivoluzione”…ma questo è gaber, che forse con fabrizio non c’entra,ma secondo me c’entra tanto!🙂

  8. è pericoloso alla mia età lavorare con la nostalgia, se si guarda lo stagno del passato si vedono pesci che ancora sono quella parte che era stata scelta. in fondo Emma, la bellezza di un ricordo orientato con la freccia del tempo è la persistenza del sognare, del credere possibile. E i sogni si mangiano di giorno per vivere.

  9. a volte provo a darmi dei pizzicotti per avere conferma di esserci.
    passo con la pipa in bocca.
    e saluto.

  10. certi tabacchi vanno abbinati a buoni liquori. ciao emma.🙂

  11. bella, tu devi rispondere.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: