Set us free

Vicini al capodanno cinese.
Sti cinesi ne sanno una più del diavolo, ma questo è un altro discorso.
Con Obama insediato e un fiume di cappottini senape a popolare i nostri incubi notturni.
Col cuore colmo di speranza, bianco che più bianco non si può, anzi con cenere attiva. Perdonate i rigurgiti da massaia.
In attesa. Ché l’attesa è sempre la cosa che ci viene meglio.
Ché poi ci perdiamo in un bicchiere d’acqua quando siamo al dunque.
Non ci regge il cuore, ecco.
E torniamo piccoli, ai tempi delle letterine di natale, desideriamo la pace nel mondo, i pozzi colmi d’acqua in africa, la corrente elettrica, i fiori nei cannoni, i razzi come sinonimo di petardi, solo per i fuochi d’artificio, lontani dalle case, eh.
E da antiamericani diventiamo tutti americani, come fossimo stati fulminati.
Attesa e speranza. We can.
E pare il purgatorio, fra wall street che non ci crede e aretha franklin che pare un pacco regalo.

“Or ti piaccia gradir la sua venuta:
libertà va cercando, ch’è sì cara,
come sa chi per lei vita rifiuta.

Va dunque, e fa che tu costui ricinghe
d’un giunco schietto e che li lavi ‘l viso,
sì ch’ogne sucidume quindi stinghe”.
(Purgat., Canto I)

.. e se conoscessero rino gaetano in america, avrei volentieri consigliato ahi maria.
Chi mi manca sei tu.

(E.)

Published in: on gennaio 21, 2009 at 11:14 am  Comments (12)  
Tags: , , , , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2009/01/21/set-us-free/trackback/

RSS feed for comments on this post.

12 commentiLascia un commento

  1. mi ritrovo in questo miscuglio di pubblico e privato.
    si, è della mia misura.

    E questo sapore strano
    che è fatto di libertà
    mi dice che oggi qualcosa è cambiato in me
    ahi Maria non sei più con me.

  2. Mister C mi fa giustamente notare che questo clima di attesa messianica, nei confronti di obama è un pochino mondiale evabbè ma grandissimamente italico. Cioè non tutti i paese aprono l’ombrello quando in Usa piove, pochissimi dedicano le pagine 1-6 dei quotidiani nazionali e si fermano a pagina Uno. Dopo di che der cane di obama sti cazzi – è interessate questo provincialismo esponenziale nostrano.
    Per conto mio io sono stata strafelice, per il fatto che è nero e questo mi entusiasma si in maniera infantile. Ma sinceramente mi aspetto poco – anche perchè dalle democrazie, è un loro merito in un certo senso, è fisiologico aspettarsi poco.

  3. esatto, zau, spero si sia letto fra le righe, o no?
    grazie, d.
    sai in questi giorni ho sentito montare la deificazione con la chiesa che corre come sciacallo quando c’e` carne da arraffare e i media che vanno a letto con l’ennesima star. sacro e profano in salsa barbecue mista hawaiiana e keniota.
    il merito della democrazia… bah, mi verrebbe da chiedere quale, ma mi fermo, in qualche modo ci hanno servito il dêmos al potere, anche se ben pasciuto e vestito armani.

  4. d’altra parte l’hanno eletto gli americani e lo hanno fatto evidentemente perché li rassicura, a loro.
    Poi è chiaro che è nero e va bene, ma si allea con la retriva cristianità della bible belt (altrimenti non lo eleggevano), con l’intellighenzia finanziaria (altrimenti non lo eleggevano), con l’esercito (altrimenti non lo eleggevano) etc.
    Resta la novità e il fatto che è capace di evocare sogni e obiettivi, cosa non da poco e che comunque caratterizzerà la sua presidenza. Il resto lo farà il governo :- )
    Augh (mi sono accorto di avere parlato come un profeta!! ehehehe :- D)

  5. quando si hanno grosse aspettative si corre il rischi di rimanere delusi, aspetto di vederlo all’opera. azz, ti sto commentando dall’ufficio, passo e chiudo.:)

  6. Aretha Franklin un pacco regalo??
    A me è parsa sobria… coi guanti
    grigio cenere
    o perla
    profondamente spirituale o
    religiosa che dir si voglia:
    “Il mio paese è tuo”.
    O no?

  7. ahaha rido, darioskji, sobria col fiocco piu` grande della storia sulla testa?
    la vita sorprende sempre. e noi cerchiamo di farlo per emulare la sua magnificenza.
    i risultati sono pugni.

  8. ..comunque la si voglia pensare.. io preferisco qualcuno che mi infondi aspettative.. che altri che mi assicurino paure e corruzione. Sono invece poco d’accordo con la visione morettiana dove si è nel giusto solo nelle minoranze..!! Ovvio che per essere eletti bisogna avere la maggioranza della società con se.. altri modi per prendere il potere senza la forza non ne conosco. Avere dei dubbi è leggittimo… tanto più quando hai delle aspettative.. ma credo che bisogni entrare anche nella testa dell’americano.. dove ancora credono in un sogno… Magari ingenuamente… ma ci credono!!
    La nostra disillusione ci ha fatto purtroppo divenire tutti profeti di vedove.. ed orfani..!!
    Non sappiamo più rialzarci… non riusciamo neanche più a sognare… troppo smaliziati e mal governati per farlo..!!

  9. Emma, bonita, io davvero non ne posso piu’ di questo Mr. Obama e signora. Mi vengono fuori anche dai biscotti.
    E’ eccezionale avere un nero alla Casa Bianca… basta pero’!!!!. Ci sara’ li’ per i prossimi 4 anni e magari anche altri 4.

    Is Obama president?

  10. bè i dubbi li abbiamo tutti. La situazione è complicata assai. Il cappellino di Aretha faceva il paio con la trapunta di Michelle

  11. passavo per un saluto, vedo che ti prendi delle lunghe pause. fai bene.🙂

  12. diffondiamo rino gaetano in america. mi sembra una buona missione.
    io ci sto!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: