Terebinto rosso pallido

Certi ritorni sono naturali. Come se nulla fosse la vita torna ad essere quella di prima, anche se nel frattempo altra acqua è passata ed ha fatto in tempo a inquinarsi sino a passare di qui.
Non ho mai visto un terebinto, almeno così credo. Forse ci sono passata davanti ma ero distratta. Sogno di leggere sotto un terebinto, col profumo di iodio.
Leggere in silenzio con la natura intorno, ascoltando semmai i suoi richiami, indecifrabili. E nient’altro.
Un terebinto rosso pallido. Suona bene, sì. Suona come un verso di una poesia, suona come le foglie accarezzate dalla brezza marina. Suona come il mare in lontananza in mezzo ad un parco solitario.
Suona.
E i suoni vanno colti senza distrazioni.
Come i ritorni. Che sono sempre diversi, non sono mai come prima della partenza.
Apparizioni e suoni nuovi.
Restituzioni.
(E.)

Published in: on marzo 2, 2009 at 10:18 am  Comments (9)  
Tags: , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2009/03/02/terebinto-rosso-pallido/trackback/

RSS feed for comments on this post.

9 commentiLascia un commento

  1. ad ognuno io suo terebinto iodato!!!

  2. Mai visto un terebinto, Emma. Magari l’ho visto e non sapevo fosse un terebinto.
    Infatti, i ritorni non sono mai come prima della partenza : )

  3. bentornata, allora

  4. un terebinto rosso pallido mi fa venire in mente “una scrittura azzurro pallido” di werfel, dalle atmosfere evocative come il tuo post :- )

  5. che chiudere il pc e leggere un libro all’aria aperta sia spesso indispensabile non ho dubbi.😉 ciao emma cara.

  6. in certi giorni la vita scorre indiffernte e parallela e noi fermi a guardare treni senza appello, colori irripetibili, fino ad aggrapparci ai nomi, l’unico strumento da far risuonare nei momenti dove il troppo fa posto al nulla.
    I momenti sono momenti, il fastidio resta,bisogna selezionare, anche la carne da incidere e pensare che poi il sole guarirà tutto.
    Buona serata Emma🙂

  7. …l’invisibile limpidità, la misura del tempo, la grande arte è un mestiere piccolo, invisibile…
    la luna tutta, il sangue senza rivali, la rosa nuova nel giardino, la cometa d’oro nel nero stellato, invisibile… l’ambizione muta del compositore…
    (fossati)

  8. Fossati mi sta migliorando,:) mo ho un difetto, non ne dimentico il passato fin troppo commerciale. meglio tardi che mai. notte emma cara.

  9. anche le immagini hanno un suono, vero,
    ciao, bella.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: