Old and wise

Cab chase - photo by *Loomax*
Cab chase – photo by *Loomax*

Tutti i tramonti la stessa cosa. Indipendentemente dal fatto se ci sia o no, se sia col naso all’insù o meno. Tutti gli uccelli danzano. Senza pudore, anche se nessuno di loro ha preso lezioni. Tutti insieme. Vorticosi, come se sfogassero tutti i loro canti, le loro volute, il loro sporco lavoro di tutto il giorno, fatto di beccate, di rami di alberi rinsecchiti dai tubi di scappamento. Scampati, come crostacei di scoglio, risparmiati al sauté. Oscurano il cielo quando passano, grigio che sia, si muovono ritmici, come se tutti sapessero dove stanno andando e che figura mostreranno in formazione. E le ombre, quelle che il mio occhio miope vede nei loro contorno, paiono allontanarli da tutto questo, come se non fossero di qui, non appartenessero a queste strade dove invece si agitano vite che cercano ragioni anche per fermarsi in coda in panetteria e che si affannano a chiamare un taxi che li terrà fermi dietro i finestrini. La loro invece è danza fine a se stessa. Che possa far dimenticare o semplicemente che sia rito istintuale. E tutte le volte, al tramonto, li immagino, anche se non posso vederli, e quando li vedo mi rammarico di non poterlo fare sempre. Come se liberandosi di queste strade e prendendo le curve del cielo, fosse possibile invecchiare saggiamente. E con le mani sfioro fili immaginari, come quelli dei panni stesi sui balconi, immaginando la musica che possa accompagnarli.

(E.)

Published in: on novembre 19, 2009 at 11:08 am  Comments (8)  
Tags: , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://milanovalencia.wordpress.com/2009/11/19/old-and-wise/trackback/

RSS feed for comments on this post.

8 commentiLascia un commento

  1. Codici di geometria esistenziale direbbe qualcuno.Tra i tags noto APP:mi son perso qualcosa?

  2. il titolo e` una loro canzone, Lanza.

  3. Fino a dove i miei occhi possono vedere. Imperdonabile.Grazie

  4. vecchio e saggio
    o vecchiosaggio…
    non mi starà venedo
    l’influenza?… spero no.
    Oggi grigio ma poco sopra
    c’è il sole, venerdì di mercato…
    un caffé nella pancia + 3 biscotti al cacao
    e i fioretti di frate francesco in mano…
    francescanesimo, una grande occasione mancata
    come altre… il 68, il 77, il 48… non mi reggo
    più… tu dici i pennuti, tipo il pappagallo che non
    parla in fantasmi a roma di antonio pietrangeli…
    ma lo sai che è l’unico regista al mondo ad essere morto sul lavoro, dal lavoro, nel lavoro… annegato a gaeta… ma guarda tu, te, tu…

  5. bellissimo. La foto poi è strepitosa

  6. io non guardo il volo degl’uccelli. guardo la terra, guardo la gente, guardo quello che mi sta intorno.
    e non riesco a vedere niente di quello che sarebbe importante vedere.
    forse sarebbe meglio che tutti noi cominciassimo a vedere i bambini.

    http://www.terredeshommes.it/campagna-sms-48543.php

  7. Parlare agli uccelli e parlare agli uomini, si faceva nel ‘300. E ora stare zitti come umani, per piacere di guardare, che il silenzio degli uccelli è terribile profezia

  8. Passo per un saluto e un abbraccio.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: