All about the shoes

toe shoes - di BocaBlaise

Tu sei più delle scarpe che porti ai piedi.
Sei quella che ho conosciuto. Sei il respiro che ho respirato e che ho smesso di respirare.
Sei quello che avrei voluto se solo te lo avessi detto.
Se mi fossi ricordato di dirtelo.
Te lo dico adesso.
Forse non conterà come allora. Forse non avrà lo stesso suono, la stessa voce giovane, fresca e figlia delle speranze che avevamo e che tutte le parole che pensavo portavano con sé.
Forse no, ma te lo dico. Con le parole che mi sono rimaste.
E anche se le mie ginocchia sono logore dal tempo, mi inginocchio.
Per ricordarmelo.
Che sei di più.
Più dei piedi, più dei popliti, più delle scarne spalle che spuntano dal tuo vestito morbido.
Sei colei che volli e che cercai. Sei colei che amare è difficile da fare, ma impossibile da dimenticare.
(E.)

Annunci
Published in: on agosto 9, 2011 at 9:57 am  Comments (12)  
Tags: , ,

Empty

 poesia viva – ivan – spazio oberdan – milano – foto di auro

Dicono che tornerà il freddo, che la primavera ci ha presi in giro, come un venditore di auto chilometri zero.
Ci pare di riempire sempre e invece stiamo svuotando.
Le giornate, le mattine, le tasche di guanti addormentati, le viscere di parole ingoiate.
Ci pare invece saltiamo dal pieno al vuoto, come a cercare lettere smarrite.
Come a rincorrere ritmi che corrono sull’asfalto.
Il pieno soffoca nel vuoto.
Il vuoto vince, notte, fontane, onde, labbra.
Nel mezzo di tutte, femmine di parole, il vuoto maschia.
E il tamburo segna un pieno di membrana tesa.
Ma un vuoto d’aria vibra.
(E.)

Published in: on marzo 18, 2009 at 8:29 am  Comments (11)  
Tags: , , , ,