Per combattere l’acne

Ci sono parentesi che si aprono, nel mezzo storie intere si snodano, camminano, respirano, dormono, vivono, muoiono.
La nostra esistenza è fatta di parentesi, la nostra esistenza è fra parentesi.
Si aprono comode e tonde come madri comprensive, o quadre rigide e prioritarie, come tasse in scadenza. O si disegnano eleganti come graffe abusate, quando anche un paio di virgole farebbero al caso e basterebbero a separare, a distinguere.
Eppure ci servono. Sono funzionali, utili, necessarie.
Portano ossigeno nel vuoto spinto delle nostre gallerie del vento solitarie.
Quando si pensa alla propria finitezza viene da aprire le finestre e lasciare entrare tutto quello che arriva.
Anche se di sotto, al portone, si incontrasse l’ultima parentesi. Anche quella toccherebbe aspettare di poterla chiudere.
Ciascuno di noi è nel frattempo la vita.

(E.)

P.S sotto la graffa una gran bella canzone, di Vasco Brondi.
Annunci