Empty

 poesia viva – ivan – spazio oberdan – milano – foto di auro

Dicono che tornerà il freddo, che la primavera ci ha presi in giro, come un venditore di auto chilometri zero.
Ci pare di riempire sempre e invece stiamo svuotando.
Le giornate, le mattine, le tasche di guanti addormentati, le viscere di parole ingoiate.
Ci pare invece saltiamo dal pieno al vuoto, come a cercare lettere smarrite.
Come a rincorrere ritmi che corrono sull’asfalto.
Il pieno soffoca nel vuoto.
Il vuoto vince, notte, fontane, onde, labbra.
Nel mezzo di tutte, femmine di parole, il vuoto maschia.
E il tamburo segna un pieno di membrana tesa.
Ma un vuoto d’aria vibra.
(E.)

Annunci
Published in: on marzo 18, 2009 at 8:29 am  Comments (11)  
Tags: , , , ,