Apri la porta e andiamo via

la foto è mia

Specchio di pioggia e asfalto
Oggi il mio viso è più leggero
Senza pianto, solo acqua e cielo

Prendo in prestito queste parole in un giorno come altri, sonnecchiante d’estate e di sveglie troppo anticipate, dal caldo e dai pensieri.
Affollati come una metropolitana all’ora di punta.
Se prendessi il volo oggi non ci sarebbe nulla di strano.
L’aria leggera danzerebbe e si scontrerebbe con quella umida.
E farebbero un rendez-vous. Le guarderei da qui, in silenzio, guarderei dove gli altri pensano non ci sia niente.

(E.)

Annunci
Published in: on agosto 5, 2008 at 8:48 am  Comments (16)  
Tags: ,